Scuola

liceo-fermi-st

Cosenza, al Liceo Fermi alternanza scuola-lavoro a pagamento

*di Gilberto Fialà Nei giorni scorsi diverse testate locali (di Cosenza, ndr) hanno dato notizia della partecipazione del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Cosenza al progetto National High School Model United Nations, promosso dall’ONU, che si è tenuto a New York dal 13 al 20 marzo. Il progetto in questione, costato più di 2000 euro alle famiglie dei giovani che hanno aderito e quindi per ovvie ragioni economico-sociali accessibile solamente ad una minoranza della comunità studentesca, rientra nel quadro dell’alternanza scuola-lavoro, sebbene la scuola abbia reso pubblico questo dettaglio solo alla sua conclusione. «Gli studenti che hanno pagato quella cifra …

Read More »
abbandono-st

Cresce l’abbandono scolastico, Fiorucci (FGC): «è la scuola di classe voluta dai governi»

Sempre più studenti abbandonano precocemente la scuola, senza completare il proprio percorso di studi. È quanto emerge dai rapporti di autovalutazione (Rav) pubblicati dal MIUR e riferiti agli anni scolastici 2013/2014 e 2014/2015. Un problema strutturale che si dimostra in rapida crescita a tutti i livelli, a partire dalle scuole medie: sono 7.700 i giovanissimi che le lasciano, concentrati soprattutto al Sud e nelle aree più disagiate. Ma è alle scuole superiori che i numeri lievitano esponenzialmente. 45.000 studenti, soprattutto degli istituti tecnici e professionali, hanno lasciato gli studi a metà anno o dopo poche settimane. Una dinamica in forte …

Read More »
art vercelli

«Studenti stranieri in aule separate», una riflessione sull’esperimento di Vercelli

Sta facendo notizia in queste ore l’esperimento sociale realizzato dalla scuola media “Pertini” di Vercelli. «A partire da oggi, con effetto immediato, gli alunni con entrambi o anche solo un genitore di origine non italiana seguiranno le lezioni scolastiche in un’aula diversa rispetto a quella del resto della classe» – questo il testo della finta circolare “ministeriale” letta in cinque classi terze, che prevedeva anche due esami aggiuntivi per gli studenti stranieri, che avrebbero dovuto dimostrare di conoscere la lingua e la cultura italiana. Una finta circolare, ispirata a quelle reali seguite all’approvazione delle leggi razziali nel 1938, sotto il …

Read More »
art belfioori

Alternanza e precarietà: «Io, studente, vi racconto la propaganda nelle scuole»

*Riceviamo e pubblichiamo questa testimonianza di uno studente romano, frequentante un istituto tecnico di periferia, che ci racconta l’impressionante livello di indottrinamento raggiunto nelle scuole, in cui si cerca di convincere i giovani che precarietà, disoccupazione e assenza di diritti sul lavoro sono una “normalità” a cui doversi adeguare. ____ Sono uno studente di un istituto tecnico nella periferia romana e scrivo questo articolo per raccontarvi di come nelle scuole italiane si stia cercando in maniera più o meno velata di far passare l’alternanza scuola lavoro, e più in generale la “buona scuola” come un qualcosa di positivo per noi …

Read More »
art contrib 2

Studenti contro il contributo scolastico: «la scuola deve essere gratuita»

Da diverse settimane gli studenti nelle scuole italiane sono in protesta contro il contributo scolastico. «Difendi la scuola pubblica, boicotta il contributo» è lo slogan della campagna promossa nelle scuole dal Fronte della Gioventù Comunista. Dal nord al sud gli studenti si oppongono al contributo “volontario” con volantinaggi, presidi e assemblee dentro e fuori le scuole. «Il contributo nelle scuole è sempre meno “volontario” e sempre più imposto anche con minacce, perché a causa dei tagli le scuole sono costrette a pretenderlo in questo modo» – ha affermato Alessandro Fiorucci, resp. Scuola del FGC – «Da anni si taglia sulla …

Read More »
ST- articolo_contributo

Perché gli studenti boicottano il contributo scolastico “volontario”

di Alessandro Fiorucci* Anche quest’anno le scuole stanno richiedendo un contributo economico alle famiglie al momento dell’iscrizione dei figli. Questa quota, nata quasi due decenni fa come forma di finanziamento alle attività extracurricolari, oggi costituisce invece la principale fonte di sostentamento per le scuole italiane e raggiunge talvolta cifre notevoli, attestandosi attorno ai 150 euro medi a livello nazionale, ma raggiungendo picchi anche di 250 euro in alcune scuole. Il contributo volontario in questi anni ha svolto una funzione precisa, di cui tuttavia si parla ben poco. Soltanto dal 2008 a oggi i governi che si sono alternati hanno operato …

Read More »
corteo roma 2

Studenti in piazza: «soldi alla scuola, non alle banche». È scontro con il MIUR.

Centinaia di studenti romani hanno manifestato questa mattina, dopo oltre 10 giorni di disagi nelle scuole dovuti al malfunzionamento degli impianti di riscaldamento e alle carenze dell’edilizia scolastica. Il corteo è partito da Piazzale Ostiense, raggiungendo il Ministero dell’Istruzione in Viale Trastevere. «Scuole a pezzi, studenti al gelo: soldi alla scuola, non alle banche» – questo lo striscione in testa al corteo. Numerose le carenze denunciate dagli studenti: «Nella mia scuola i termosifoni erano tutti spenti» – ha raccontato Giorgio Belfiori, studente dell’ITIS “Hertz” – «è inaccettabile che gli studenti entrino a scuola e la trovino gelata, abbiamo già protestato …

Read More »
art reggio ev

Reggio Calabria. Studenti in corteo: «riqualificare gli edifici scolastici».

REGGIO CALABRIA. Questa mattina gli studenti dell’IPALB TUR di Villa San Giovanni sono scesi in corteo per le vie di Reggio Calabria per protestare contro la disastrosa condizione dell’edilizia scolastica, chiedendo a gran voce interventi immediati.  «Sono ormai anni che il nostro istituto versa in condizioni critiche – ha affermato Aurora Molè, rappresentate d’istituto dell’IPALB TUR – non abbiamo le strutture adeguate in cui svolgere regolarmente lezione e la straordinaria ondata di freddo non giustifica i gravi malfunzionamenti degli impianti di riscaldamento. Le centinaia di studenti che sono qui in piazza sono la chiara dimostrazione che interventi strutturali nei nostri …

Read More »
fedeli giannii

Governo approva deleghe scuola, insorgono gli studenti. FGC: «Evidente continuità con il Governo Renzi»

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera in via preliminare a otto decreti attuativi su nove previsti dalle deleghe contenute nella Legge 107, la tanto discussa “Buona Scuola”. A un passo dalla scadenza delle deleghe il Governo preme sull’acceleratore lasciando in sospeso un solo decreto, quello sulla revisione generale Testo Unico sulla scuola (per il quale è previsto un disegno di legge delega successivo). Da Palazzo Chigi ora la palla passa alle Commissioni competenti di Camera e Senato per il parere. L’alternanza scuola-lavoro, resa obbligatoria proprio dalla Legge 107, diventerà requisito per l’ammissione all’esame di maturità. Ecco una …

Read More »
freddo1

Io, studente romano, dico basta al gelo nelle scuole di periferia.

Voglio scrivere questo articolo per raccontarvi di come le scuole italiane, soprattutto quelle di periferia, diventino spesso e volentieri ambienti invivibili per i giovani. Sono uno studente dell’ I.T.I.S Heinrich Hertz nella periferia romana e, come tutti i miei compagni, sto vivendo in questo periodo una situazione di inadeguatezza strutturale enorme dentro l’istituto, nel quale manca un efficace sistema di riscaldamento. Durante l’inverno gli studenti delle scuole pubbliche romane muoiono di freddo all’interno delle aule, i termosifoni non sono in numero sufficiente e non bastano a scaldare i vari locali degli istituti. Istituti che spesso presentano, come nel caso della …

Read More »