Home / Politica e società / Centenario della rivoluzione, sabato il corteo. FGC: «Il comunismo è la gioventù del mondo»
fgc-colosseo

Centenario della rivoluzione, sabato il corteo. FGC: «Il comunismo è la gioventù del mondo»

Si festeggia oggi in tutto il mondo il centenario della Rivoluzione d’Ottobre. I partiti comunisti di decine di paesi organizzano comizi, mobilitazioni, conferenze ed eventi in onore della rivoluzione che ha cambiato la storia dell’umanità, portando per la prima volta i lavoratori al potere e costruendo il primo Stato socialista della storia.

In Russia si è tenuto in questi giorni, a San Pietroburgo (l’ex Leningrado, e prima ancora Pietrogrado), il XIX Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti, ospitato dal Partito Comunista della Federazione Russa (KPRF) nel Palazzo di Tauride, fra gli stessi banchi da cui Lenin enunciò le celebri Tesi di Aprile. Un importante momento di discussione che ha visto la presenza di 103 partiti comunisti da tutto il mondo. In queste ore si stanno tenendo le celebrazioni del centenario. All’incontro hanno partecipato dall’Italia, con proprie delegazioni, il Partito Comunista (PC), il PRC e il PCI.

2Ma le celebrazioni non sono relegate alla sola Russia. Anche in Italia, infatti, è prevista una manifestazione organizzata per sabato 11 novembre, con appuntamento al Colosseo alle ore 16:00. Una mobilitazione nata da un appello del Fronte della Gioventù Comunista (FGC), diffuso nei mesi estivi, che si rivolgeva «a tutta la gioventù, ai lavoratori, ai comunisti per costruire a Roma una grande mobilitazione nazionale, operaia e comunista, in occasione del centenario della Rivoluzione d’Ottobre». La manifestazione ha visto l’adesione del Partito Comunista.

Una manifestazione, secondo gli organizzatori, tutt’altro che nostalgica: l’intento è costruire «una mobilitazione combattiva, animata dalla coscienza di chi lotta assumendo su di sé una storia gloriosa, capace di legare quelle idee alla lotta del nostro tempo, con lo sguardo rivolto al futuro», si legge nell’appello del FGC. «Essere rivoluzionari oggi vuol dire lottare per il potere ai lavoratori, dinanzi alla dittatura dei grandi monopoli bancari e industriali; per il potere popolare contro l’Unione Europea delle banche e della finanza. Significa lottare per la pace, mentre lo scontro fra potenze imperialiste scatena nuove guerre e conflitti nell’interesse dei monopoli, contro i popoli e i lavoratori. Significa lottare per un futuro dignitoso, contro l’ingiustizia dello sfruttamento e l’arricchimento di un pugno di parassiti a scapito della stragrande maggioranza della popolazione».

Allo scadere della mezzanotte, il FGC ha realizzato a Roma un’azione al Colosseo, srotolando una striscione con la scritta “1917-2017, il comunismo è la gioventù del mondo”. In una nota il Fronte ha rilanciato lo slogan “È LA TUA RIVOLUZIONE”, adottato per il lancio della mobilitazione di sabato. «L’11 Novembre è la rivoluzione di chi non vuole lavorare senza diritti per una paga che si abbassa sempre di più, di chi non vuole lavorare fino a 70 anni, di chi non vuole essere costretto alla miseria della disoccupazione e della precarietà, di chi non vuole lavorare gratis in alternanza-scuola lavoro per le grandi imprese e lotta per un’istruzione diversa, di tutti quelli che sentono sulla propria pelle le contraddizioni di questo sistema e non sono più disposti a chinare la testa».

Commenti Facebook

About Redazione Senza Tregua

Giornale ufficiale del Fronte della Gioventù Comunista

Check Also

cjc1

A Saragozza il campeggio dei giovani comunisti di Spagna, presente il FGC dall’Italia

Si è conclusa il 13 agosto la IV edizione del “Campamento de la Juventud”, campeggio …