Home / Internazionale / La Gioventù Comunista del Venezuela compie 67 anni
jkv venezuela comunista gioventù

La Gioventù Comunista del Venezuela compie 67 anni

Nel 1944, la Commissione Giovanile del clandestino Partito Comunista del Venezuela aveva il compito di fondare la Confederazione dei Giovani del Venezuela (CJV), una grande centrale della gioventù operaia, contadina e studentesca che unirà le associazioni, centri e federazioni giovanile di tutto il paese.

A maggio, si costituì il Comitato Organizzatore del Primo Congresso Nazionale della Gioventù Venezuelana e si fece un appello a tutte le organizzazioni giovanili rivoluzionarie e antifasciste per integrare la CJV. Il compito non è era facile, il comma VI dell’articolo 32 della Costituzione vietava qualsiasi attività o organizzazione di origine comunista e la catalogava come alto tradimento.

Il Congresso fu realizzato dal 16 al 19 settembre dello stesso anno e la CJV venne composta da oltre un centinaio di organizzazioni giovanili che rappresentavano oltre diecimila giovani.

Il 4 luglio del 1945, la Commissione Giovanile del PCV creò una sezione sul settimanale Aquì Està, intitolata “Joven Guardia”, nome che dal 1951 identificherà l’organo informativo della Gioventù Comunista del Venezuela.

Tra il 1945 e il 1946 la CJV focalizzò le proprie attività in mostre di solidarietà con le organizzazioni giovanili che lottavano contro il governo militare reazionario di Farrell-Peron in Argentina e quelle che affrontavano i governi fascisti come quelli di Franco in Spagna, di Salazar in Portogallo e “Chapita” Trujillo nella Repubblica Dominicana. A livello nazionale, la CJV concentrò i suoi sforzi nell’appoggiare i sindacati petroliferi durante i conflitti dell’epoca. Venne riformata la Costituzione eliminando il divieto delle attività comuniste, il 9 Ottobre 1945 il PCV venne legalizzato e il 18 di quel mese si produsse il Colpo di Stato di Azione Democratica contro il governo democratico-borghese di Isaias Medina Angarita.

In prima fila

Con l’adozione della dottrina liquidazionista conosciuta a livello internazionale come “Browderismo”, dal 1944 il PCV si divideva in tre frazioni: il PCV, il PCV (Unitario) e il “Gruppo No”. Dopo una profonda autocritica, il 26 giugno 1946, i tre gruppi si impegnarono a partecipare al Congresso di Unità dei Comunisti – realizzato nel dicembre dello stesso anno – e il 24 luglio, i giovani delle tre frazioni crearono la Commissione Giovanile Comunista Unitaria, col compito di coordinare il lavoro nazionale della gioventù comunista.

Dal 2 al 4 aprile 1947 si celebrò a Caracas la Conferenza Nazionale Giovanile del PCV; lì si raccomandò al Comitato Centrale del Partito la creazione della Gioventù Comunista. Poco dopo, l’Ufficio Politico decise la costituzione di un Comitato Nazionale Organizzatore della Gioventù Comunista.

Infine, dal 13 al 15 Settembre 1947, si celebrò presso il Teatro Nazionale di Caracas il Primo Congresso Nazionale della Gioventù Comunista del Venezuela (JCV). Al termine del Congresso, i delegati marciarono verso la Plaza Bolivar per rendere omaggio al Libertador, scandendo slogan di lotta contro l’imperialismo e in difesa dei diritti della gioventù.

All’arrivo, gli apparati di polizia del governo di Azione Democratica repressero i giovani comunisti con planazos e gas lacrimogeni. Si produsse una battaglia campale tra i funzionari e i militanti della nascente JCV; decine di loro furono portati nella Prigione Modelo.

Questa fu la prima prova di fuoco per la gloriosa JCV; la stessa che successivamente affrontò in piena clandestinità la dittatura di Marcos Pérez Jiménez; che assunse posizioni di prima linea nella lotta guerrigliera contro la brutale repressione dei governi adecos (di azione democratica, ndr) di Betancourt e Leoni; che affrontò il revisionismo, il riformismo e i tentativi di liquidazione del Partito.

La stessa JCV che oggi mantiene alta la bandiera del Socialismo e del Comunismo; che lotta per un lavoro con diritti per la gioventù lavoratrice e per un’istruzione di qualità, di fronte al paese e al servizio del popolo.

Un saluto alla Gioventù Comunista del Venezuela, sempre ferma nella sua ideologia marxista-leninista e il suo ideale bolivariano!

Viva il 67 ° anniversario della Gioventù Comunista del Venezuela!

http://prensapcv.wordpress.com/2014/09/05/asi-nacio-la-juventud-comunista-de-venezuela/

Commenti Facebook

About Redazione Senza Tregua

Giornale ufficiale del Fronte della Gioventù Comunista

Check Also

Catania, l’università esclude gli studenti con un basso voto di maturità

di Ruggero Caruso A causa dell’emergenza sanitaria, l’Università degli Studi di Catania ha abolito i …