Home / Internazionale / Avanzano i comunisti in Grecia, 23% alle elezioni universitarie
kne-1

Avanzano i comunisti in Grecia, 23% alle elezioni universitarie

Il 10 aprile si sono svolte le elezioni universitarie annuali in tutti gli atenei della Grecia. La lista “Panspoudastiki K.S.”, sostenuta dalla Gioventù Comunista di Grecia (KNE) è risultata quella che ha registrato il maggiore incremento di voti rispetto allo scorso anno, conquistando il 23% nelle università (AEI) e confermandosi seconda forza politica negli atenei. In testa la sigla “DAP”, cioè le liste di centro-destra vicine a Nuova Democrazia, il principale partito conservatore del paese, al 40% dei voti. Seguono poi le liste “PASP”, vicina al partito di centro-sinistra PASOK (11%). Ferma all’1,36% la lista “Bloko”, legata alla giovanile di SYRIZA. I giovani comunisti hanno inoltre conquistato il primo posto in numerose università, fra cui spicca quella della città di Giannina.

aei-2019

Al dato negli atenei si affianca quello negli istituti di formazione tecnica (TEI), una sorta di sistema di formazione terziaria alternativo all’università tradizionale (simile agli Istituti Tecnici Superiori già esistenti in Italia, anche se ancora poco diffusi). Negli istituti tecnici la gioventù comunista si conferma fra le forze più più influenti con il 20 % dei voti, superata da centro-destra (43%) e centro-sinistra (26%); anche qui Syriza ferma all’1,5%.

tei-2019

«Le migliaia di studenti che hanno partecipato alle elezioni studentesche hanno voltato le spalle agli appelli di Syriza e di Tsipras, così come alle riforme promosse nel campo dell’istruzione, privando del proprio appoggio il governo per un altro anno» – questa la dichiarazione di Nikos Abatielos, segretario della KNE – « Fra gli studenti si rafforza un movimento radicale, che deve essere sostenuto  dal rafforzamento del KKE nelle prossime competizioni elettorali. Coloro che hanno sostenuto i candidati negli atenei, ma anche i tanti che sono ancora preoccupati per il loro presente e futuro, hanno una grande opportunità: possono dare una risposta al capitale e alla UE, ai governi e ai partiti che li servono e hanno già scritto il futuro delle nuove generazioni, sostenendo le schede elettorali del KKE alle elezioni europee»

abatielos

Anche quest’anno dalle elezioni universitarie in Grecia emerge come un dato di fatto il profondo radicamento nel tessuto sociale dei comunisti greci, che supera anche quello delle forze vicine ai partiti che oggi governano il paese. La scelta di non compromettersi con il governo di Syriza, di rilanciare apertamente la lotta delle masse popolari contro un governo che in pochi anni si è tramutato nell’artefice delle politiche antipopolari volute dai grandi monopoli, si rivela ogni anno che passa la scelta corretta.

foithtikes-apth-filosofikh-10

Commenti Facebook

About Redazione Senza Tregua

Giornale ufficiale del Fronte della Gioventù Comunista

Check Also

atene-seminario-spena2

L’attualità di Marx 200 anni dopo. Intervento del FGC ad Atene per il seminario delle gioventù comuniste

Lo scorso venerdì 21 settembre, nei giorni del 44° Festival della Gioventù Comunista di Grecia …