Home / Cultura e sport (page 5)

Cultura e sport

Il “ponte delle spie” , tra mito e verità

Una scena del film. Tom Hanks interpreta l'avvocato James Donovan

*  di Daniele Bergamini Già in articoli precedenti ci eravamo dedicati alla propaganda statunitense nel cinema e nei fumetti e il “Ponte delle spie” rappresenta un’occasione importante per approfondire ulteriormente il lavoro di critica artistica, utile per comprendere meglio l’uso che ne fa la borghesia. Il film si svolge temporalmente in piena guerra fredda, tra Stati Uniti e Unione Sovietica e comincia nel 1957, quando l’anziano Rudolf Abel viene tratto in arresto dall’FBI con l’accusa di essere una spia sovietica. Nell’america di fine anni Cinquanta il comunismo era visto come un nemico malvagio,senza scrupoli, della libertà e chiunque mostrasse simpatie …

Read More »

Ghibli e miyazaki: l’animazione come critica sociale

kingdom_hi_res

*di Francesco Raveggi Il 5 Gennaio è una data simbolica per tutti gli appassionati di film d’animazione: è il compleanno del Maestro dell’animazione, Hayao Miyazaki. I suoi film, prodotti in seno allo Studio Ghibli, di cui è stato fondatore, sono conosciuti e premiati in tutto il mondo – si pensi anche al fatto che uno dei suoi capolavori, “La città incantata”, è stato l’unico film d’animazione giapponese a vincere un Premio Oscar. Fantasia, forme e colori particolareggiati, uno stile unico di narrazione e una capacità incredibile di tenere lo spettatore incollato allo schermo fino all’ultimo secondo; questi sono solo alcuni …

Read More »

Lo sport e il combattimento come trasformazione personale e sociale: il pugilato

Teófilo Stevenson e Fidel Castro nel 1984

*di Yuri Di Benedetto Perché parlare del dello sport e del combattimento? Viviamo in una società, quella dominata dal capitale, dove ogni esperienza è stata distorta, svuotata della sua carica sociale e umana, oppure è stata portata su altra realtà, quella virtuale e dunque resa inoffensiva. Lo sport in generale è un vaccino verso questa ormai affermata realtà, ma lo sport da combattimento, il combattimento stesso, può essere inteso come l’essenza e la sintesi di tutto quello in cui noi crediamo e costruiamo giorno dopo giorno. Da quando esiste l’uomo esiste sia la cooperazione sia lo scontro e conseguentemente anche …

Read More »

Avanzando, uniti nella lotta: Pride

pride

*di Federica Savino Nell’Inghilterra dominata dalla politica spregiudicata e criminale del Primo Ministro Margaret Thatcher, i minatori della regioni del Nord resistono con temerarietà scioperando da mesi, un sistema di solidarietà e sostegno si attiva in tutto il Paese. Lo sciopero nazionale fu indetto in seguito alle dichiarazioni del governo inglese di voler smantellare una ventina circa di siti estrattivi di carbone: un’operazione che avrebbe comportato poi la perdita del lavoro per circa ventimila minatori. Alla sciopero partecipò un numero elevatissimo di lavoratori, cento-sessantacinquemila minatori incrociarono le braccia contro il piano liberista di massiccia privatizzazione del governo thatcheriano. Periodo storico …

Read More »

Sin City: il ritorno del noir nel fumetto

ZOWzPwS

*di Francesco Raveggi Nello sconfinato panorama del comics americano, fatto oramai di operette che mirano all’intrattenimento puro e semplice, una nota di merito va certamente a “Sin City”, una delle creazioni più originali e sicuramente l’opera più famosa di Frank Miller. Uscito per la prima volta nel 1991, conta attualmente 7 volumi, più uno che sta venendo progettato in questi mesi. Osannata dalla critica e amata dai fan (tanto da ispirare per ora ben due film con cast di tutto rispetto, cinematograficamente parlando), quest’opera ha conquistato una larga fetta del pubblico americano ed europeo. Ma perché questo successo? Cosa contraddistingue …

Read More »

Il Rap: dai quartieri popolari per i quartieri popolari

maxresdefault

*di Pierpaolo Mosaico Per ascoltare un pezzo rap è molto semplice: basta accendere la radio o la televisione, lo si può trovare all’interno di una playlist musicale di qualche telefonino o di qualsiasi altra piattaforma esistente. È possibile ascoltarlo ovunque, a dimostrazione di come questo genere sia ormai di dominio pubblico, specie tra i giovani. Dieci anni fa, invece, almeno in Italia, chiunque avrebbe inarcato le sopracciglia se gli avessero proposto nelle cuffie un po’ di rap. Nonostante si possa dire senza esagerare che questo genere sia quello più ascoltato dai giovani, è allo stesso tempo quello meno conosciuto realmente. …

Read More »

Blood, sweat and beer

Hooligans

Il fenomeno degli hooligans (tra passione, violenza e voglia di riscatto) nel film che racconta certezze e illusioni dei ragazzi della curva * di Ivan Boine Per un film come questo, intrinseco di sport, non era possibile trovare un regista migliore di Lexi Alexander, che pratica karate e kickboxing a livelli non indifferenti fin da quando era una bambina. Il film Hooligans (Green Street, 2005) parla di football, guai a chiamarlo soccer, ma soprattutto della vita. Solide illusioni sono la fiamma che dà un senso all’esistenza di Pete Dunham e degli altri membri della GSE, la Green Street Elite, la …

Read More »

Azionariato popolare: lo sport ‘figlio del popolo’ è un fenomeno in espansione

29079685_calcio-popolare-tifosi-si-riprendono-il-pallone-0

 * di Marco Piccinelli Le realtà sportive che intendono uno sport altro rispetto a quello imposto dal capitale finanziario, delle pay-tv, cioè quello comunemente chiamato calcio moderno, si stanno moltiplicando a vista d’occhio. S’era partiti, inizialmente, con poche squadre in altrettanto pochi centri in tutt’Italia, ora s’è arrivati ad un buon numero di squadre e di associazioni che stanno letteralmente invadendo il dilettantismo italiano. Non si parla solo di calcio, in ogni caso, o meglio: alcune società sportive hanno iniziato il proprio percorso partendo dal mondo del pallone, con l’intenzione d’espandersi ad altri sport e far sì che la propria realtà diventasse …

Read More »

Jack London e l’ideale che non muore

tallone di ferro

*di Federico Bongiovì “Siamo l’inevitabile. Siamo il culmine dell’errore industriale e sociale. Ci rivoltiamo contro la società che ci ha creato.” Il Tallone di Ferro, edito per la prima volta nel 1908 negli Stati Uniti d’America, è frutto del genio dello scrittore Jack London, fra i più conosciuti e importanti esponenti della letteratura nordamericana. In esso egli descrive un probabile prossimo futuro per gli U.S.A. di inizio novecento, nel quale una ristretta oligarchia borghese comanda dispoticamente il proletariato statunitense “schiacciandolo sotto il proprio tallone di ferro”, ma non riesce a sconfiggere i rivoluzionari, mossi dal desiderio della nascita del Socialismo. …

Read More »

Se puoi, non essere cattivo

non-essere-cattivo-al-cinema-e-venezia-72

*di Lorenzo Scala Dalle borgate di Pasolini alla periferia di Caligari. Il mutamento antropologico raccontato dal regista “underground” che sta dalla parte del popolo Dal novembre del 1975 in poi la sinistra italiana ha creduto per decenni di aver perduto, nella persona di Pier Paolo Pasolini, l’ultimo intellettuale italiano. La stessa sinistra italiana ha da allora provato quell’amore acritico verso lo scrittore e regista friulano che mai gli aveva dimostrato in vita. Un processo di santificazione che spesso ha impedito una comprensione corretta, nelle sue contraddizioni, del pensiero di un grande uomo. E’ purtroppo venuta a mancare anche la capacità …

Read More »