Home / Cultura, intrattenimento, sport (page 7)

Cultura, intrattenimento, sport

Rugby, una passione a 360 gradi

L'ultima haka degli All Blacks alla Coppa del Mondo

* di Lorenzo di Reda Da competizione aristocratica a sport popolare: storia di una disciplina che punta tutto su rispetto e uguaglianza. E a Roma, con la Spartaco Rugby, si gioca anche contro emarginazione e razzismo Il Rugby “classico”, o a 15 (esistono varianti con 7 o 13 giocatori) è uno degli sport più antichi e conosciuti al mondo. Ebbe origini aristocratiche in Inghilterra quando, non essendoci ancora regole codificate sul gioco del calcio, uno sportivo universitario, William Webb Ellis (ma probabilmente non fu lui il primo) decise di andare in porta direttamente con il pallone in mano. Nacque così la Rugby …

Read More »

Un “non mito” non può cadere

hqdefault

di Emiliano Cervi In questi giorni è scoppiata una polemica musicale molto particolare. Fanno discutere a proposito le dichiarazioni di Giovanni Lindo Ferretti, ex cantante dei CCCP e CSI, un passato tra punk, new wave e svariate tipologie di sostanze, che alla festa di Fratelli d’Italia (insomma, siamo già all’avanspettacolo) ha dichiarato: «La Meloni è uno dei pochi politici che apprezzo, la vedrei leader, mentre Salvini ha dei pregi, ma anche dei difetti». Fin qui nulla di nuovo nella parabola umana e politica di un cantante che da anni ha espresso chiaramente cosa pensi riguardo aborto, religione, spiritualità etc etc: …

Read More »

FIFA e scandali: riprendiamoci il nostro sport

index

* di Mattia Greco Nelle ultime settimane notiziari e testate giornalistiche di tutto il mondo si sono occupate dello scandalo FIFA. Tra chi ha approfondito e chi si è limitato a descrive solo i contorni di queste rivelazioni, noi dal canto nostro siamo consapevoli che nessuno ha centrato davvero il tema per quello che é. La FIFA è la federazione internazionale che governa il calcio. Lo scandalo attorno alla federazione riguarda un circolo illecito di tangenti finite nelle tasche dei collaboratori del presidente. Fino ad ora le manette sono scattate solo per sette dirigenti, ma gli inquirenti stanno lavorando su …

Read More »

Addio al grande regista italiano Francesco Rosi.

6a00d8341ca4f953ef017c33873cd2970b-800wi

* di Federica Savino Negli anni settanta nei circoli giovanili, nelle sedi di partito, nelle radio popolari i suoi film venivano proiettati e discussi come dei veri e propri documentari d’inchiesta in cui si racconta l’Italia e la sua storia. Prima è il neorealismo di Rossellini, De Sica, Visconti che apre ad una concezione di fare cinema e di raccontare storie di vita in maniera diversa, in un’ottica sociale e di denuncia; dopo saranno  le pellicole di Elio Petri e di Francesco Rosi in particolare, che il cinema assume una connotazione politica e d’inchiesta per raccontare le contraddizioni e le …

Read More »

Cinema, fumetti e l’esportazione di democrazia statunitense

_79945444_cb5xn2cz

* di Edoardo Genovese La grande macchina propagandistica degli Stati Uniti, bisogna ammetterlo, funziona bene. Ogni qualvolta si mette in moto riesce a convincere decine di milioni di persone della giustezza, presunta, delle sue azioni. Correva l’anno 1941: la Germania nazista aveva già sconfitto la Francia e si stava preparando a invadere l’Unione Sovietica. Gli Stati Uniti ne venivano da una ferrea politica isolazionista e non avevano più intenzione di entrare in un conflitto europeo: la Prima Guerra Mondiale e la crisi del 1929 erano ancora fresche nella memoria degli elettori statunitensi. Tuttavia, nel marzo del 1941, fa la sua …

Read More »

La prima alla Scala, ovvero una metafora della nostra società.

C_4_articolo_2083450_upiImagepp

di Michele Romano. La prima del Teatro alla Scala è il momento in cui va in scena il divario sociale presente nel nostro paese. Una rappresentazione plastica della divisione di classe, che sembra uscire dalle scene di un film. Uomini della finanza nazionale ed internazionale, imprenditori, politici con le loro donne imbellettate che fanno sfoggio di gioielli vistosi e abiti che costano quanto lo stipendio annuale di un precario.  Uomini e donne dello spettacolo, giornalisti di punta delle redazioni, tutti in smoking e scarpe lucide, mentre fuori il mondo reale protesta e alza la voce. Le immagini di ieri sembravano …

Read More »

Un rivoluzionario in divisa di attore

volontè 2

Qualche anno fa andai in visita a Cuba come membro della delegazione del Partito Comunista. In uno dei pomeriggi che avevamo liberi feci un giro per L’Avana da solo e conobbi un gruppo di ragazze e ragazzi cubani per strada. Con la consueta curiosità che appartiene a quel popolo e specialmente ai giovani iniziarono a parlare e a chiedermi notizie. Ci scambiammo informazioni, impressioni su Cuba, sul mondo occidentale. Gli parlai anche di me e quando seppero che ero un giovane comunista mi invitarono a bere qualcosa. Andammo in un bar, ne scelsero uno dove si pagava in moneta locale, …

Read More »

Serbia-Albania, qual è la posta in palio?

Hu_141014_Deportes_UEFA_Dron_Interrumpe_Albania_Serbia

* di Emiliano Cervi «Sei stati, cinque nazioni, quattro lingue, tre religioni, due alfabeti e un solo Tito» Questo detto popolare rende decisamente bene la portata storica e politica della nascita di una nazione, la Yugoslavia, che riunì finalmente in un unico Stato, socialista (e non poteva essere altrimenti) tutte le popolazioni slave del sud liberandole dall’oppressione nazifascista e risolvendo un atavico conflitto nella penisola balcanica. Poi gli eventi hanno preso una strada impervia, la rottura politica tra Tito e Stalin e il conseguente allontanamento del paese dal blocco socialista, i rapporti via via più stretti con gli USA e …

Read More »

Il ciclismo che ancora ci emoziona

images.duckduckgo.com

* di Emiliano Cervi Il ciclismo è uno sport dal sapore antico, eroico e soprattutto popolare. Perchè ognuno di noi può immedesimarsi nel grande corridore che preferisce (dipende dall’età ovviamente), inforcare una bicicletta, chinarsi sui pedali e sentire il vento in faccia mentre il cavallo a due ruote macina chilometri su chilometri per le strade della città, così come della campagna o, per i  più arditi, della montagna.  Il ciclismo è uno sport popolare perché per praticarlo non necessariamente si devono spendere fortune in attrezzature tecniche ( poi a seconda dei gusti e soprattutto delle tasche si possono comprare biciclette, …

Read More »

A cosa serve un Oscar quando si ha l’affetto di un popolo?

massimo troisi

Venti anni fa moriva Massimo Troisi, appena poche ore dopo aver finito di girare le ultime scende del film “Il Postino”. Troisi era malato di cuore, da tempo. Sapeva di dover subire una nuova operazione, ma decise di non rimandare la realizzazione di un film a cui teneva particolarmente.  Girò con fatica, spesso utilizzando una controfigura e chiunque ricordi il viso giovane di Troisi in “Ricomincio da tre”, “Non ci resta che piangere”, o negli sketch  televisivi sente inevitabilmente una stretta alla gola nel vedere quel volto affaticato. “Il postino” era un film voluto da tempo, per il qual Troisi …

Read More »