Home / Politica e società (page 3)

Politica e società

Briatore, poveri a Montecarlo? «Ognuno guadagna quel che merita». L’arroganza padronale in diretta TV

tiki-taka

Ci sono i poveri a Montecarlo? Basta questa domanda a mandare su tutte le furie Flavio Briatore, ospite della trasmissione Tiki Taka, su Italia Uno, collegato in diretta proprio da Montecarlo. «Cominciate a guadagnare per potervi permettere Montecarlo, e non mi rompete i maroni parlando di ricchi e poveri», sbotta Briatore, che parla di “invidia sociale” e di “rancorosi” che ce l’hanno con i ricchi. «A Montecarlo i poveri non ci sono, non li fanno neanche entrare», afferma alla fine Briatore «Ognuno guadagna quel che merita. Quel che il mercato consegna a qualcuno, è perché quel qualcuno se lo merita. …

Read More »

25 aprile, giovani in piazza con le bandiere rosse: «chi inneggia alla UE offende i partigiani»

art-25-consiglio-carlo-4

Tanti giovani sono scesi in piazza ieri per la giornata della Liberazione. Una giornata che era stata preceduta da polemiche sollevate da comunità ebraiche e Partito Democratico, che a Roma hanno boicottato la manifestazione. Una polemica che non solo non ha compromesso la riuscita delle mobilitazioni, ma anzi sembra averne incrementato la portata. Grande successo il corteo di Roma, che ha visto la presenza di migliaia di persone, grazie anche alla scelta più che riuscita dell’ANPI in merito al percorso del corteo, che è partito da Piazza dei Caduti della Montagnola, a Roma Sud, attraversando diversi quartieri popolari fino a …

Read More »

La gioventù comunista tiene la scuola quadri nazionale a Spoleto

art-corso-1

Si è conclusa ieri a Spoleto la scuola quadri nazionale del Fronte della Gioventù Comunista (FGC). È la prima tappa di un percorso annuale fatto di diversi incontri, che costituisce il primo livello di formazione dei quadri della gioventù comunista, destinato a circa 50 militanti ogni anno. Sabato mattina si sono tenute le prime lezioni sul materialismo storico e dialettico e l’economia politica marxista; nel pomeriggio la lezione sull’imperialismo e un dibattito sulla situazione politica internazionale. La giornata di ieri è stata dedicata alle lezioni sulla teoria dello Stato, sull’arte dell’organizzazione e sui rapporti fra classe, partito e sindacato. Nel …

Read More »

Sulla polizia nell’università e i tornelli in biblioteca. Per una lettura dei fatti di Bologna

art_bologna

Come spesso accade, i giorni che seguono una notizia di particolare rilevanza sono i giorni della polemica. È il caso degli scontri del 9 febbraio a Bologna fra gli studenti dei collettivi studenteschi e le forze dell’ordine, durante lo sgombero della Biblioteca della Facoltà di Lettere in Via Zamboni 36. Pubblicare dichiarazioni di studenti che prendono le distanze, discutibili petizioni che in poco tempo hanno raggiunto migliaia di firme, certo fa notizia e permette ai giornali di monetizzare le visualizzazioni, moltiplicando i click. Ma l’effetto finale di tutto questo è l’occultamento della questione principale dei fatti di Bologna, delle principali …

Read More »

Precario e suicida a 30 anni. L’atto di accusa di Michele in una lettera d’addio.

suicidio ST

Un trentenne friulano si è ucciso lo scorso 31 gennaio, stanco di essere precario, senza futuro né prospettive, lasciando una lettera che i genitori hanno deciso di pubblicare, e di cui ripubblichiamo il testo integrale in fondo all’articolo. Una lettera che è un vero e proprio atto di accusa contro questo sistema, che a tratti stupisce per il livello di consapevolezza espressa, giunta pochi giorni dopo i dati Istat che hanno mostrato il dato sulla disoccupazione giovanile arrivata al 40%. «Non si può pretendere un lavoro, non si può pretendere di essere amati, non si possono pretendere riconoscimenti, non si …

Read More »

Baby ricchi: i figli di papà della “Roma bene” tra sperperi e odio di classe.

baby ricchi

*di Enrico Bilardo La capitale d’Italia è storicamente caratterizzata da una contrapposizione nettissima tra i quartieri ricchi, della cosiddetta “Roma bene” e i quartieri periferici, le cosiddette “borgate”. Questa contrapposizione si riflette su ogni elemento della quotidianità di ogni giovane, di ogni cittadino. E’ una contrapposizione che si respira per le strade, rafforzata anche dai fortissimi vincoli identitari che spesso si sviluppano nei confronti del proprio territorio di appartenenza. Negli ultimi giorni, la nuova trasmissione di Michele Santoro, “Italia”, ha evidenziato in maniera importante, tramite un reportage chiamato evocativamente “Babyricchi”, questa contrapposizione, mettendo in luce come sia vissuta in maniera …

Read More »

Il Partito Comunista a congresso. Lang (FGC): «la gioventù è pronta a lavorare per la ricostruzione»

congresso pc1

È iniziato oggi a Roma il 2° Congresso Nazionale del Partito Comunista (PC), che nel pomeriggio ha aperto al pubblico i lavori nella sala del centro congressi Frentani. Presenti le ambasciate di Cuba, Venezuela e Corea del Nord e le delegazioni del Partito Comunista di Grecia (KKE), del Partito Comunista Operaio Russo e del Partito Comunista di Albania. Al Congresso, che si è aperto con la commemorazione di Fidel Castro e la solidarietà alle vittime dei terremoti nel Centro Italia, non è mancato il sostegno internazionale, con numerosi messaggi da decine di partiti comunisti. Fra i principali temi in discussione …

Read More »

Inizia il congresso della gioventù comunista. Lang: «si apre una nuova fase per il FGC».

congresso

È iniziato questa mattina a Roma il 2° Congresso Nazionale del Fronte della Gioventù Comunista. Ad aprire i lavori lo slogan “Organizzare le lotte, rafforzare la Gioventù per la ricostruzione comunista”. Il congresso si concluderà domenica 11 dicembre con una iniziativa aperta al pubblico in Via Casilina 5, alla presenza di decine di delegazioni estere e delle rappresentanze diplomatiche di paesi socialisti e antimperialisti. Un congresso che, annuncia il segretario del FGC Lorenzo Lang, aprirà una nuova fase per l’organizzazione: «Nei quasi quattro anni che ci separano dal nostro primo congresso (marzo 2013, ndr) abbiamo raggiunto risultati importanti. Oggi, su …

Read More »

I giovani votano No. E allora la generazione Erasmus?

giovani no st

Tutti ricordiamo la polemica che si sollevò dopo il voto sulla Brexit da parte di chi parlò di un voto dei giovani europeisti, aperti di mente e cosmopoliti, contrapposto al voto delle vecchie generazioni chiuse, bigotte e retrograde. Si disse allora che i giovani inglesi avrebbero pagato la scelta dei “vecchi” rimasti con la testa nel passato; si sprecavano gli elogi alla fantomatica “generazione Erasmus”, o i veri e propri deliri sulla necessità di introdurre limitazioni di età al diritto di voto; un copione replicato in buona parte dopo l’elezione di Trump negli USA. Succede oggi che a votare No …

Read More »

I “neet” e l’isolamento sociale

art hikikomori

Secondo i dati OCSE i Neet, i giovani che non studiano e non lavorano, sono il 27% del totale e spesso, rassegnati alla loro condizione, smettono di cercare lavoro. L’aumento di questo fenomeno è dovuto alle politiche antipopolare portate avanti dai vari governi che si sono succeduti negli ultimi anni. Infatti i tagli all’istruzione hanno reso sempre più inaccessibile l’università ai giovani dei ceti popolari e favorito la dispersione scolastica, costringendo molti ragazzi ad abbandonare la scuola per difficoltà economiche o perché schiacciati dalla sempre maggiore competizione a cui sono sottoposti nella nostra società. Il Governo non fa nulla per …

Read More »