Home / Tag Archives: usa

Tag Archives: usa

usa

Vogliamo davvero accontentarci di ripetere l’ovvio?

di Paolo Spena Rischiamo davvero di restare indietro, cari compagni. Gli avvenimenti negli USA ce lo stanno dimostrando. O meglio, lo dimostra l’incapacità dell’intera sinistra radicale e gran parte dei comunisti in Italia di commentare i fatti di Washington dicendo qualcosa, qualsiasi cosa che non sia la banale certificazione dell’ovvio. Vista dall’esterno, l’impressione che diamo collettivamente è quella di chi, dopo anni passati a ripetere che gli USA sono una cosa molto diversa dalla favola del sogno americano, oggi scopre che anche il resto del mondo se ne sta accorgendo. Dinanzi a questa strabiliante scoperta, il grosso di noi non …

Read More »
ambulanza-los-angeles

Los Angeles, “le ambulanze selezionino i pazienti”

«Non portate in ospedale chi è troppo grave, selezionate i pazienti». Succede a Los Angeles, negli USA, dove le ambulanze hanno ricevuto questa indicazione. Chi viene giudicato con scarse possibilità di sopravvivenza viene lasciato a casa; nei reparti di emergenza l’ossigeno inizia a essere razionato. Gli ospedali della California sono al collasso e non riescono a far fronte all’impennata dei contagi, che rischiano di superare la quota dei 1000 nuovi positivi al giorno. Nella sola contea di Los Angeles sono ricoverate 7900 persone, il 21% in terapia intensiva. Ieri ci sono stati 224 morti. Nel mese di aprile si era …

Read More »
st-articolo-usa

La crisi degli USA e lo scontro interno alle classi dominanti

di Paolo Spena Per la prima volta dopo un secolo gli Stati Uniti sono divisi e spaccati. È questo il dato principale che emerge dal processo elettorale nordamericano, ed è molto più utile riflettere su questo che non sulle ragioni della risicata vittoria di Biden. I toni durissimi della campagna elettorale trovano ben pochi precedenti nella storia recente di quel paese. Raramente si è assistito, ad esempio, a uno scenario in cui entrambi i candidati presidenti hanno affermato che non avrebbero riconosciuto la vittoria dell’altro, come avvenuto nelle scorse settimane. È una frattura che non è il prodotto del carattere …

Read More »
st-copertina-art-floyd

La rivolta e la lotta. Sulle proteste negli USA e i compiti dei comunisti

di Paolo Spena Gli occhi di tutto il mondo sono puntati sugli Stati Uniti, nonostante il discreto impegno di certi media nostrani che per ragioni evidentemente politiche riescono nell’ardua impresa di dare una rilevanza notevolmente maggiore alle proteste di Hong Kong. La viralità del video che mostra la morte del 46enne afroamericano George Floyd e l’indignazione che ne è scaturita hanno infiammato un movimento di massa spontaneo che da Minneapolis si è esteso in pochi giorni a tutto il paese. Si tratta di una protesta giusta, legittima. E non solo: quello che giorni fa poteva essere definito come un movimento …

Read More »

«I can’t breathe». Esplode la protesta negli USA dopo l’assassinio di George Floyd

Una nuova vicenda riaccende i riflettori sugli abusi della polizia USA nei confronti degli afroamericani. Nella giornata di ieri è diventato virale su Internet un video girato in tempo reale, che mostra praticamente in diretta la morte di George Floyd, un 46enne di Minneapolis che era stato sottoposto a fermo da 4 agenti di polizia. Nel video si vede l’uomo, ammanettato a terra con le mani dietro la schiena, con un agente di polizia che gli tiene il ginocchio premuto sul collo, per più di 5 minuti. L’uomo, che non era armato ed evidentemente non era una minaccia ammanettato in …

Read More »
st-contestazione-trump

«Trump not welcome»: presidente Usa contestato a Roma

Questa mattina i militanti del Fronte della Gioventù Comunista (FGC) hanno contestato il Presidente USA Donald Trump, in visita a Roma in questi giorni, con un’azione nei pressi del Colosseo, dove è stato srotolato uno striscione riportante la scritta “Trump not welcome”. La zona rientra nell’area interdetta alle manifestazioni per motivi di sicurezza. Nel mirino del FGC la politica estera degli Stati Uniti. Il comunicato di rivendicazione pubblicato dal FGC riporta la dichiarazione del segretario nazionale Lorenzo Lang: «Chi firma accordi per 100 miliardi di forniture di armi all’Arabia Saudita, principale sponsor del terrorismo; chi bombarda la Siria; chi tenta …

Read More »
siriawfdy

«Fermare la guerra contro la Siria», la dichiarazione della FMGD

*Dichiarazione della FMGD sull’attacco missilistico degli USA contro la Siria La Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (FMGD-WFDY) condanna l’attacco missilistico degli USA contro la Siria avvenuto lo scorso 6 aprile. Questo attacco si somma a tutti gli atti di aggressione che il popolo siriano ha dovuto fronteggiare negli ultimi anni. È un attacco che porta al culmine l’intervento imperialista in Siria e nella regione. Il pretesto del presunto utilizzo di armi chimiche nella città di Khan Sheikhoun non costituisce una ragionevole motivazione, dal momento che non esiste ancora nessuna prova che dimostra la responsabilità dell’utilizzo di armi chimiche. Il bombardamento …

Read More »
idlib-st

Armi chimiche e mass media: come farci accettare una guerra in Siria

In guerra la prima a morire è sempre la verità. È questa l’impressione che, comunque la si voglia pensare, emerge dalla vicenda siriana. La propaganda di guerra, che nell’era digitale si combatte a suon di immagini, video e tweet, assume una tale viralità in un tempo così ristretto fino a rendere difficoltosa una verifica della veridicità di ogni notizia, con i media che evidenziano in parte una colpevole complicità, in parte l’urgenza di lanciare una notizia eclatante non curandosi di verificarla. Dopo l’aggressione degli USA, che la scorsa notte hanno bombardato una base aerea dell’esercito siriano, probabile azione apripista di …

Read More »
U.S. Democratic presidential candidate Bernie Sanders speaks in East Los Angeles

Primarie americane tra show, false aspettative e malcontento popolare

Le primarie statunitensi sono ormai entrate nella loro fase finale verso le rispettive Convention dei Democratici a Philadelphia e Repubblicani a Cleveland nelle quali saranno nominati i due candidati alla Presidenza degli USA nelle elezioni del prossimo 8 novembre. Nonostante l’ostracismo di parte del Partito Repubblicano verso Trump e i “successi” ottenuti dal sedicente “socialista democratico” Bernie Sanders nel Partito Democratico, i superfavoriti rimangono il miliardario Trump rimasto ormai unico candidato per i Repubblicani e Hillary Clinton per i Democratici. Anche se per quest’ultima la corsa alla candidatura si sta dimostrando molto più complicata delle attese iniziali come dimostra anche …

Read More »
pg-8-oil-wars-2-getty

Libia, un conflitto inter-imperialistico per la spartizione del bottino

*di Salvatore Vicario La guerra in Libia sembra avvicinarsi sempre di più ad esser una realtà. Informazione e propaganda si intrecciano fino a confondersi con un susseguirsi di notizie giornalistiche e dichiarazioni dei vari governi e apparati industriali e militari coinvolti, spesso contraddittorie e divergente tra di esse. Questo ci indica come l’ennesima avventura militare imperialista in Libia sia all’ordine del giorno e in preparazione da tempo ma allo stesso tempo come gli interessi imperialistici delle nazioni coinvolte non siano sempre coincidenti, anzi tutt’altro. Bisogna aver sempre presente che i media nazionali e internazionali sono uno strumento al servizio di …

Read More »