Home / Scuola e università / Ravenna. Muore operaio, ferito studente in alternanza
studente-ferito

Ravenna. Muore operaio, ferito studente in alternanza

È successo lo scorso giovedì a Faenza, in provincia di Ravenna. Un incidente che ha coinvolto due elettricisti di una ditta esterna, un uomo di 45 anni e uno studente in alternanza scuola-lavoro, entrambi al lavoro in uno stabilimento della SUE. Il braccio meccanico della gru che sorreggeva il cestello sul quale i due stavano lavorando ha ceduto facendoli precipitare da circa 10 metri. Nulla da fare per il lavoratore, morto per la caduta, mentre lo studente ha riportato diverse fratture ed è attualmente ricoverato a Cesena.

A pochi mesi dall’incidente di La Spezia, dove uno studente in alternanza scuola-lavoro era rimasto ferito dopo essersi ribaltato con il muletto, che non avrebbe potuto guidare, un nuovo evento che rimette al centro il tema della sicurezza degli studenti in alternanza scuola-lavoro. Sembrano moltiplicarsi i casi in cui l’alternanza scuola-lavoro diventa per gli studenti più una “rogna” che una esperienza formativa. Si va dai casi in cui sono gli studenti a pagare per poter svolgere l’alternanza (obbligatoria), a quelli in cui gli stagisti vengono di fatto sostituiti ai normali dipendenti dell’impresa, come nuova manodopera gratuita e a basso costo.

Non si è fatta attendere la voce critica del Fronte della Gioventù Comunista. «Mentre il Ministero dell’Istruzione continua a parlare di eccellenza e di un’alternanza di qualità, in alternanza scuola-lavoro si arriva anche a rischiare la vita» – questo il commento di Alessandro Fiorucci, resp. scuola del FGC – «Da anni ci mobilitiamo, come abbiamo fatto nei mesi scorsi, denunciando le condizioni in cui gli studenti lavorano in stage, spesso sfruttati nell’assenza di ogni norma di sicurezza. Quanti altri episodi di questo tipo dovranno ancora accadere prima che si inverta la rotta su un’alternanza che oggi è buona solo per le imprese? Per gli studenti in alternanza servono tutele reali, basta chiacchiere ed eventi spot come gli “stati generali” di qualche giorno fa».

Commenti Facebook

About Redazione Senza Tregua

Giornale ufficiale del Fronte della Gioventù Comunista

Check Also

4

«In questa scuola non ci sono poveri». Una fotografia della scuola italiana.

«Iscriviti da noi, non ci sono poveri, stranieri o disabili»: ecco lo spirito con cui …