Home / Politica e società (page 5)

Politica e società

Non c’è posto per i lavoratori nella “normalità” che chiedono le imprese

io-apro-foto

di Giovanni Ragusa Qualche settimana fa abbiamo assistito a un nuovo atto di protesta portato avanti dalla categoria dei ristoratori e dei baristi contro le chiusure stabilite dal governo Conte. Il divieto di asporto dopo le 18, entrato in vigore il 15 gennaio, ha scatenato la protesta caratterizzata dallo slogan “Io Apro” dei ristoratori che, appunto, hanno deciso di tenere aperte le proprie attività. La protesta, partita dalla Sardegna, si è estesa principalmente a Toscana, Marche, Emilia-Romagna e Lombardia, ma non sono mancati appoggi anche in altre parti d’Italia come testimoniano le diverse multe rilasciate dalle forze dell’ordine. Complessivamente però, …

Read More »

Studenti e lavoratori in sciopero. Cortei e proteste in tutta Italia

9

Una giornata di mobilitazione non ancora conclusa, che vede marciare assieme lo sciopero generale indetto dai sindacati di base SI Cobas e SLAI Cobas, aderenti all’Assemblea dei Lavoratori Combattivi, e la mobilitazione nazionale degli studenti. Le rivendicazioni dello sciopero generale per i lavoratori sono: lavorare in condizioni di reale sicurezza attraverso nuovi protocolli anti Covid-19 sui posti di lavoro, rinnovo dei CCNL scaduti, no ai licenziamenti, riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, salario garantito per i disoccupati, abrogazione dei decreti sicurezza, permessi di soggiorno senza ricatti per i lavoratori immigrati, contro discriminazione di genere, nuovo piano di edilizia …

Read More »

Il falso mito della meritocrazia

meritocrazia

di Ivan Boine e Giovanni Ragusa Tutti noi abbiamo sentito parlare almeno una volta di meritocrazia. Nel mondo attuale un giovane si ritrova ad essere continuamente bombardato da messaggi spesso discordanti, ma indirizzati ad un medesimo obiettivo: per quanto il futuro possa sembrare incerto, c’è sempre una speranza per lui e le sue aspirazioni. Quante volte ci siamo sentiti dire “Se ti impegni, prima o poi i risultati arrivano”? Quante volte ci è stato detto che dipende tutto dal “duro lavoro”? Da quando siamo ancora bambini ci viene instillata l’idea che sia tutta una questione di impegno individuale e di …

Read More »

Vaccini, che sta succedendo e perché?

20f389e8345a613fc5fb937d36262562

di Luca De Crescenzo Pfizer in ritardo che accampa scuse. AstraZeneca che neanche ci prova e dimezza direttamente le dosi promesse. Multe annunciate ai loro danni. Tagli al piano vaccinale nazionale. Che sta succedendo? Sta uscendo fuori la manovra delle multinazionali farmaceutiche: con un clamoroso overbooking hanno venduto ai paesi UE milioni di dosi che non erano in grado di produrre. Ma andiamo con ordine. Da chi ha acquistato i vaccini l’Italia? I vaccini giungono all’Italia attraverso gli accordi che la UE ha sottoscritto con una serie di multinazionali europee e statunitensi: Pfizer, AstraZeneca, Moderna, ecc. Con una spesa di …

Read More »

I giovani alla fondazione del PCI. Riflessioni sulle nuove generazioni e la ricostruzione comunista oggi

di Paolo Spena (segreteria nazionale FGC) Alla nascita del Partito Comunista d’Italia, 100 anni fa, un ruolo fondamentale fu giocato dai giovani. L’allora federazione giovanile socialista votò in massa l’adesione al nuovo partito e all’Internazionale Comunista, cambiando nome in federazione giovanile comunista. La rottura politica, ideologica e organizzativa con la socialdemocrazia, che portò alla nascita del movimento comunista, in Italia e in molti paesi fu anche una rottura tra due generazioni di militanti. La spina dorsale del nuovo partito comunista era composta da dirigenti che a malapena superavano la soglia dei 30 anni. Basterebbero questi dati, che saranno approfonditi in …

Read More »

Cari poliziotti, è il momento di parlare chiaro

gianna-nannini

Con il notevole tempismo di un solo mese di ritardo, i “soliti” sindacati di polizia hanno scoperto l’esistenza di una canzone di Gianna Nannini che nel proprio videoclip raffigura, col volto di maiali, degli agenti che compiono abusi di potere picchiando a terra delle persone indifese. Una canzone molto impegnata, dal titolo che sembrerebbe un chiaro riferimento a George Floyd (“L’aria sta finendo”), con un videoclip che tocca provocatoriamente molti temi del nostro tempo, dalle questioni ambientali al ruolo dei social network. In Italia ovviamente se ne parla perché ha dato fastidio alle forze dell’ordine. Apriti cielo. La sagra dell’indignazione …

Read More »

La censura esiste ogni giorno per i lavoratori

trump-social

Dopo l’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio, sta facendo discutere da giorni il blocco dei profili social di Donald Trump da parte di Twitter e Facebook, seguite poi da altre piattaforme e applicazioni, e dai ban di ulteriori pagine e profili riconducibili alla destra sovranista. La motivazione ufficiale risiederebbe nel rischio elevato di una diffusione di nuovi messaggi di incitamento alla violenza da parte del tycoon. Il fulcro della discussione viene individuato, per ragioni comprensibili, nella libertà di espressione e nel potere dei social network nel decidere cosa può essere ammissibile e cosa no. La vicenda ha ricordato a …

Read More »

Dispositivi medici difettosi: la salute sacrificata al profitto

* di Luna Brizzi e Michele Leigheb Sono moltissimi i dispositivi medici di vario tipo che ogni anno vengono impiantati nel corpo dei pazienti: pacemaker, protesi al seno, valvole cardiache. Questi dispositivi dovrebbero essere sicuri, certificati, sottoposti a numerosi controlli per garantire un miglioramento del tenore di vita di chi li indossa. Invece spesso sono la causa della morte di tantissime persone. Questo perché anche nella sanità, dove al primo posto dovrebbe esserci soltanto la salvaguardia delle vite umane, spesso al primo posto vengono messi gli interessi delle imprese. Alla fine del 2018 un’inchiesta giornalistica mondiale, Implant File, condotta dal consorzio …

Read More »

Uccisi due volte: la strage di Viareggio e il valore della giustizia borghese

prescrizione-viareggio

di Daniele Bergamini La Corte di Cassazione si è pronunciata due giorni fa sulla strage ferroviaria di Viareggio del 29 giugno 2009. La sentenza emessa ha fatto decadere in seguito alla prescrizione le condanne per i reati di omicidio colposo e violazione delle norme relative alla sicurezza sul lavoro. Non solo, i dirigenti delle Ferrovie dello Stato e delle altre società coinvolte, tra cui Gatx e Jungenthal, saranno giudicati dalla Corte d’Appello di Firenze esclusivamente per il reato di disastro ferroviario colposo, salvo Mauro Moretti che avendo rinunciato alla prescrizione sarà giudicato anche per il reato di omicidio colposo. La …

Read More »

«A Cuba la scienza è uno strumento di giustizia sociale». Intervista a Fabrizio Chiodo, italiano che lavora al vaccino cubano

fabrizio-chiodo-st

Fabrizio Chiodo è un ricercatore presso l’Istituto di Chimica Biomolecolare del CNR di Pozzuoli. È diventato noto in Italia per essere l’unico ricercatore straniero ad aver partecipato allo sviluppo dei vaccini cubani contro il Covid-19. I vaccini prodotti a Cuba oggi sono circa l’8% di tutti i vaccini già giunti in fase di sperimentazione clinica, risultato dell’elevata qualità della sanità pubblica e della ricerca medica nell’isola. Dal 2014 Fabrizio collabora con l’Istituto di vaccini Finlay dell’Avana, ed è professore associato presso l’Università dell’Avana, dove insegna Chimica ed Immunologia dei carboidrati. Lo ringraziamo per aver accettato questa intervista. Ciao Fabrizio. Puoi iniziare …

Read More »