Home / Scuola e università (page 9)

Scuola e università

Lettera di uno studente

cremona_foto_ingresso

Questo è un breve racconto dell’ipocrisia in un Liceo di Milano, lo Scientifico “Luigi Cremona”. Una lettera di uno studente: I rappresentanti degli studenti convocano un’assemblea d’istituto il 13 Aprile per spiegare le ragioni della campagna di boicottaggio dei test INVALSI. Soltanto un giorno dopo la convocazione la Presidenza nega il permesso, senza un apparente motivo. I rappresentanti chiedono quindi spiegazioni chiare, e gli viene risposto che “i professori, in questo periodo denso di eventi, avrebbero perso ore di lezione”. Sul foglio di convocazione la risposta era “per ora no”: non c’è problema, una settimana in più o in meno …

Read More »

Perché il salario per gli studenti in alternanza

Manifestazione FGC a Roma per chiedere tutele e diritti per gli studenti in alternanza scuola-lavoro

*di Paolo Spena, resp. nazionale scuola FGC L’alternanza scuola-lavoro, piombando improvvisamente nelle scuole dopo l’approvazione della legge 107 (la “buona scuola”), ha posto un nuovo terreno di scontro finora sconosciuto agli studenti delle scuole superiori. Della Carta dei diritti e doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro, prevista dalla legge e annunciata per lo scorso settembre, ancora non si ha nessuna notizia, proprio nell’anno in cui per le classi terze entra a regime il monte ore obbligatorio di alternanza previsto dalla riforma. Già compaiono, nel frattempo, le prime mobilitazioni sul tema dell’alternanza: a Roma gli studenti hanno manifestato sotto l’Ufficio Scolastico …

Read More »

Studenti e professori uniti contestano il comitato di valutazione

1913653_981128891933759_6007288542541778820_n

*di Silvia Scipioni Il giorno 19 gennaio 2016 nel liceo Socrate di Roma: in sede di consiglio d’istituto, i rappresentanti degli studenti, insieme ai docenti e ai genitori decidono di contestare la costituzione del Comitato di Valutazione all’interno del proprio istituto. Il Comitato di Valutazione, previsto dalla legge 107 comma 129, ha il compito di stabilire a chi, tra i vari docenti meritevoli, concedere un aumento salariale o per meglio dire un “bonus” in busta paga; fermo restando che spetta al dirigente scolastico la decisione finale circa l’assegnazione di questo premio. Le motivazioni che hanno spinto tutte le componenti dell’istituto …

Read More »

A chi serve il CLIL?

clil

*di Davide Marini Nelle scuole di Roma da qualche tempo si sente sempre più parlare di sezioni CLIL e sono sempre più le scuole che si stanno rivolgendo ad istituti privati per realizzare queste sezioni. Ma cos’è il CLIL? Andiamo a vederlo più nello specifico. Il CLIL, abbreviazione di Content and Language Integrated Learning (apprendimento integrato di lingua e contenuto), è un metodo di apprendimento delle lingue straniere nato nel 1994 che punta sia a far assimilare i contenuti di una materia o di un singolo argomento che ad avere padronanza linguistica e grammaticale di una nuova lingua. Nel 2010 …

Read More »

Sullo sciopero della scuola e il ruolo giocato da CGIL e sindacati studenteschi

il FGC in manifestazione il 13 novembre, contro la "buona scuola". Torino.

* di Paolo Spena, Responsabile Nazionale scuola e università FGC Lo sciopero di ieri 13 Novembre, convocato dai sindacati di base, è stato una grande giornata di lotta per la scuola pubblica, contro i 660 milioni di tagli all’istruzione previsti nella legge di stabilità e contro la “Buona Scuola” approvata la scorsa estate, una riforma buona solo per i padroni e per la Confindustria. Nostro malgrado, il Fronte della Gioventù Comunista è stata l’unica organizzazione giovanile a rilanciare le mobilitazioni studentesche in questa data, il cui grande successo deriva certamente dalla presenza di uno sciopero generale della scuola, l’unico convocato …

Read More »

Se il diritto allo studio si compra al supermercato

Shopping at the supermarket

*di Pierpaolo Mosaico Molti istituti scolastici stanno stipulando contratti con vari supermercati e discount che organizzano raccolte punti avendo come premio materiale didattico. In pratica, le famiglie che fanno la spesa in un dato supermercato ricevono insieme allo scontrino dei bollini che accumulati permettono di vincere per il dato istituto LIM, stampanti, computer, fogli A4. Insomma, tutte le ordinarie attrezzature utili al corretto funzionamento di una scuola. Tra le prime aziende ad innovare i propri cataloghi con materiale didattico spicca la Coop che permette questa “corsa all’oro” in Lombardia, Piemonte e Liguria. Sono quattromila gli istituti scolastici che, solo in …

Read More »

Una giornata di mobilitazione contro la ‘buona scuola’

IMG_2163

«Le grandi dimostrazioni di oggi sono la prova che gli studenti rifiutano la riforma del governo Renzi.» ha dichiarato il segretario nazionale del Fronte della Gioventù Comunista, Alessandro Mustillo. «Decine di migliaia di studenti sono scesi in piazza per chiedere una scuola pubblica, gratuita e accessibile a tutti, per manifestare contro le politiche della UE e lo sperpero di risorse delle spese militari, prendendo posizione contro Trident Juncture, l’esercitazione della Nato a cui il nostro paese partecipa. Mentre si taglia sulla scuola non è tollerabile l’aumento delle spese militari. Noi insieme agli studenti – ha concluso Mustillo – chiediamo il …

Read More »

L’alternanza scuola-lavoro combatte davvero la disoccupazione giovanile?

vs_66875_12_af

di Alessandro Fiorucci* L’alternanza scuola-lavoro ha assunto negli anni una importanza sempre maggiore all’interno del sistema di istruzione, ma è con l’approvazione della legge 107 (la cosiddetta “Buona Scuola”) che assistiamo ad un sostanziale potenziamento di tali progetti: il programma nel suo complesso si articola in 400 ore per gli istituti tecnici e professionali e 200 per i licei. Per quale motivo il Governo ha spinto così tanto in questa direzione? Lo stesso Presidente del Consiglio definì l’alternanza scuola-lavoro come una “grande occasione” che consentirebbe di frenare e ridurre la disoccupazione giovanile, che attualmente supera quota 44% . Questa considerazione …

Read More »

Caro libri: ostacolo di classe all’istruzione

libri-scolastici

Pierpaolo Mosaico* Come ogni anno, l’apertura della scuole è accompagnata dall’acquisto dei libri di testo e del corredo scolastico. Questo rito necessario per poter conseguire gli studi è determinato da un aumento di volta in volta maggiore del costo dei materiali da comprare. Questa condizione è quella che sta alla base della differenza di scelta dell’indirizzo di studio, imponendo agli studenti provenienti da ceti popolari di frequentare scuole più “economiche” di altre. È la base della selezione di classe. Secondo l’ONF, l’Osservatorio Nazionale di Federconsumatori che annualmente si occupa di monitorare il costo dei materiali necessari che gli studenti devono …

Read More »

L’espulsione dei giovani proletari dall’università e la fine della grande illusione

calo-immatricolazioni-295x200

* di Paolo Spena, responsabile nazionale Scuola e Università del FGC Quella che da più parti viene sempre più spesso definita come “la morte dell’università” è oramai un dato strutturale: le iscrizioni all’università sono in fortissimo calo, e ogni anno si registrano meno iscrizioni rispetto all’anno precedente. Nel 2013 fece molto scalpore il dato dei 58.000 immatricolati in meno rispetto al decennio precedente, ma in realtà il dato da analizzare non è il calo delle sole immatricolazioni, quanto piuttosto i numeri complessivi delle iscrizioni a ogni anno accademico. Fra il 2015 e il 2014 si sono registrate quasi 70.000 iscrizioni …

Read More »