Home / Senza categoria (page 4)

Senza categoria

Il centro commerciale: il paradigma di una società in crisi

17025_10205617932080250_5907545257776355635_n

Roma, Via Appia. Chi vive o frequenta spesso la zona, specialmente dalle parti di Furio Camillo, sarà certamente rimasto stupito nel ritrovarsi davanti, da un giorno all’altro, un enorme complesso edilizio all’incrocio con Via Cesare Baronio. Quella fetta di terra, precedentemente contornata da alte palizzate in legno che impedivano la vista, era il deposito STEFER ovvero la vecchia società che gestiva il trasporto pubblico intorno alla città di Roma. La riqualificazione dell’area era nei piani del comune già dal 1987 (con la giunta Signorelli) e il progetto prevedeva inizialmente la creazione di un mercato ortofrutticolo. L’iniziativa riprese vitalità durante negli …

Read More »

Non riaprite l’Unità.

unita1

di Alessandro Mustillo Pochi mesi fa, al termine di una lunga vicenda, il giornale l’Unità veniva chiuso cessando di uscire nelle edicole. In effetti non si è trattato della prima volta, già alcuni anni fa il giornale aveva avuto un cambio editoriale ed era stato rimesso in sesto. Dallo scioglimento del PCI ad oggi ha vissuto fasi alterne, con una tendenza generale al ribasso delle vendite, e ovviamente con uno stravolgimento totale della linea politica, che ha seguito passo passo le note vicende che hanno segnato la storia del filone maggioritario del PCI-PDS-DS-PD. In un’intervista al Fatto Quotidiano il nuovo …

Read More »

Fincantieri: un esempio concreto di capitalismo monopolistico

fincantieri

 * di Graziano Gullotta Poche settimane fa alcuni quotidiani riportavano l’ennesimo atto di discriminazione, di un futuro distopico sempre meno lontano, di lotta di classe fatta dal padrone, diremmo noi: il coordinatore nazionale della Fiom Cgil per il gruppo Fincantieri, Bruno Papignani, riferisce come la dirigenza dell’azienda abbia “espresso la volontà di mettere nelle scarpe e negli elmetti dei lavoratori un microchip utile a localizzarne la posizione”, attribuendone una motivazione di sicurezza sul lavoro.  Di fatti di una tale portata conflittuale nel mondo del lavoro e nello specifico in Fincantieri ne sono presenti molti altri, anche più spiacevoli e crudeli: …

Read More »

La teoria politica della nuova destra e l’avanzata delle forze reazionarie

imagesj

* di  Daniele Bergamini Per ricostruire il partito comunista in Italia non basta solo analizzare le ragioni pratiche della nostra sconfitta o della scomparsa della cosiddetta sinistra radicale, foriera di teorie revisioniste e antimarxiste, ma occorre ricominciare la gramsciana battaglia delle idee. Durante questa crisi del capitalismo è evidente la crescita delle forze reazionarie di destra, ma sarebbe sterile demonizzarle senza conoscere la loro ideologia e la sua funzionalità ai disegni reazionari della borghesia. Tali forze presentano analogie e differenze coi vecchi partiti fascisti ed è necessario conoscere il nucleo teorico e filosofico di questi soggetti per potere formulare una …

Read More »

Nel comparto pubblico avanza il sindacalismo di base.

Scioperi: al via corteo a Roma, striscioni contro Renzi

Si sono svolte recentemente le elezioni del comparto pubblico, che hanno visto una evidente avanzata dei sindacati di base, espressione più avanzata nelle condizioni attuali del sindacalismo conflittuale in Italia. I dati che affluiscono in questi giorni vedono una vittoria della CGIL, che si profila come abbastanza netta, distanziando sia la CISL che la UIL, ma interessanti sono i risultati dell’USB e, specialmente per il comparto scuola, dei Cobas. Nelle elezioni del pubblico impiego non va dimenticato che i sindacati conflittuali sono fortemente penalizzati a monte, dal meccanismo legale che non concede loro parità di possibilità di intervento nei luoghi …

Read More »

Contributo scolastico, chi è il vero colpevole

10979312_943578415660628_888458366_n

* di Federico Bongiovì Dalla fine di gennaio in tutte le scuole d’Italia le segreterie didattiche si sono attivate perché venissero recapitate alle famiglie le richieste di pagamento del Contributo Scolastico Volontario. Molto spesso però gli studenti, ai quali vengono consegnate le suddette, si trovano di fronte a testi il cui contenuto è ingannevole o quantomeno ambiguo. Numerosi infatti sono i casi in cui, nell’elenco degli obbiettivi perseguibili grazie alla somma ricavata, vengono citati ad esempio l’acquisto delle L.I.M. – lavagne elettroniche multimediali – e più in generale di nuove tecnologie, oppure l’offerta di corsi extracurricolari a detta delle presidenze …

Read More »

FERRERO, ALBA E LA LOTTA DI CLASSE

th

* di Graziano Gullotta Un simbolo dell’epopea del sindacalismo di classe italiano, Giuseppe Di Vittorio, in una delle sue frasi più memorabili esortava i lavoratori a “non togliersi il cappello davanti al padrone”. Questa frase racchiudeva più che un semplice comportamento di etichetta, era la metafora dell’emancipazione della classe operaia: il lavoratore che, da suddito dei padroni e delle loro istituzioni borghesi, iniziava ad assumere una coscienza di classe e diventava meno schiavo e più protagonista della propria libertà. Per rendere omaggio a Michele Ferrero, inventore della famosa crema spalmabile e di altri prodotti dolciari entrati nell’immaginario collettivo dell’Italia del …

Read More »

Nessun decreto o compromesso: solo abrogazione!

legge194-g

* di Federica Savino, responsabile Commissione femminile FGC Lo scorso 12 maggio 2014 è stato emanato un decreto dalla Regione Lazio con l’intento di migliorare il servizio sanitario locale ribadendone la mission e le pratiche specificatamente all’interno dei consultori familiari. All’interno di questo documento è stata inoltre inserita un’apposita disposizione per i medici obiettori di coscienza. Viene ribadito ciò che è già stabilito all’interno della 194, cioè che l’obiezione di coscienza è rilegata, o così dovrebbe essere, esclusivamente al solo trattamento dell’interruzione volontaria di gravidanza, sottolineando che il personale che opera all’interno dei consultori familiari deve pertanto provvedere nell’attestare lo …

Read More »

Per il 70esimo anniversario dell’assassinio di Eugenio Curiel

curiel guttuso

di Pierpaolo Mosaico Lo scorso 24 febbraio è stato il 70esimo anniversario dell’assassinio di Eugenio Curiel, scienziato e grande dirigente comunista, ucciso a Milano per mano fascista a soli 33 anni, due mesi prima della Liberazione. Pertanto, vogliamo rendere omaggio a questa figura molto importante all’interno della storia del movimento operaio italiano; tra le fondamentali per comprendere la reale portata e il programma della Resistenza, oltre che i successivi sviluppi; caduta nel dimenticatoio per chi oggi dice di richiamarsi agli ideali dei partigiani, quando non svuotata del suo contenuto rivoluzionario. Eugenio Curiel nacque a Trieste nel 1912, da una famiglia …

Read More »

Jobs Act: il lavoro secondo i padroni (parte 2)

jobs act 2

Segue dalla prima: http://www.senzatregua.it/?p=1706  Alcune considerazioni generali possono essere fatte sulla scelta operata dal governo in relazione ai destinatari della legge. Sono esclusi i lavoratori pubblici e permane un regime fortemente differenziato tra piccole imprese (al di sotto dei 15 dipendenti) e imprese più grandi.  Sul primo punto è evidente la volontà del governo di evitare in questa fase una mobilitazione unitaria dei lavoratori del settore privato e del settore pubblico. I lavoratori del pubblico, non investiti dalla riforma, e dunque additati come “privilegiati” saranno colpiti successivamente con norme analoghe, ma evitando una saldatura che avrebbe potuto creare in ottica di …

Read More »