Home / Senza categoria (page 5)

Senza categoria

Jobs Act: il lavoro secondo i padroni (parte 1)

11979078--142x80-ksWG-U103067550331KJD-568x320@LaStampa.it

Quando in Parlamento era in discussione il testo della legge delega in molti notarono un evidente eccesso di delega che veniva concesso al governo su gran parte delle materie in questione. In sostanza il meccanismo della legge delega e dei conseguenti decreti delegati da parte del governo consentiva all’esecutivo un larghissimo potere discrezionale sul merito della riforma. Si comprendeva allora come, al momento voto sulla delega non ci fosse nulla di buono da aspettarsi per i decreti, respingendo quindi ogni illusione della sinistra del PD e della CGIL  – che qualcuno ricorderà, convocò uno sciopero generale a tempo scaduto, dopo …

Read More »

Il meteo: quando l’allarme perenne non è frutto del caso

news_img1_69939_meteo-sicilia

* dalla federazione FGC di Reggio Emilia L’Emilia Romagna e tutto il nord Italia paralizzato dalla caduta di neve; una nevicata attesa e prevista da più di due settimane, eppure non ci si è fatto mancare proprio alcun tipo di disagio. La forte folata di neve ha preso il via, almeno nella provincia di Reggio Emilia, il 5 mattina, giovedì, e si è protratta per tutta la notte, fino a metà mattinata di venerdì. I centimetri di neve accumulatisi sono veramente molti, senza considerare i rami che hanno ostruito le case e creato danni al sistema elettrico, e con loro …

Read More »

Legge di stabilità e lavoro: l’ennesimo inganno

arton16650

  La legge di stabilità, che ha sostituito nel 2009 quella finanziaria, insieme alla legge di bilancio costituisce la manovra di finanza pubblica per il triennio di riferimento e rappresenta lo strumento principale di attuazione degli obiettivi programmatici definiti con la Decisione di finanza pubblica. Tra le innumerevoli voci che nella legge devono essere specificate, in quest’occasione affronteremo quella che riguarda “l’importo massimo previsto per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego”. In quest’ottica, tra le novità introdotte dall’ultima legge di stabilità adottata dal governo Renzi, c’è il blocco delle assunzioni e l’annullamento delle graduatorie per gli idonei ai concorsi …

Read More »

La Libia e le ambizioni neocolonialiste dell’Italia.

libia-640x409

Il governo Renzi rappresenta senza dubbio la rinascita di un’ambizione italiana che sembrava essere destinata a finire relegata nel grigiore di qualche burocrate pallido e insipido, inesistente a livello internazionale. Il renzismo incardina in pieno la volontà di una parte della borghesia nazionale di una svolta da questa condizione, sia sul piano della politica interna, sia su quello della politica estera. La centralità dell’unità nazionale sempre ricercata, l’idea del grande partito che unifica le componenti politiche della tradizione costituzionale e che esprime una personalità autorevole, forte e carismatica, è proprio quello che piace ad una borghesia in crisi. Risollevare le …

Read More »

Mai con Salvini, ma mai con UE e euro.

le pen borghezio

Cari compagni e care compagne, un primo dato è che tutti noi qui presenti riteniamo la convocazione di una contromanifestazione un fatto decisamente insufficiente per arginare il processo politico che va creandosi nella costruzione di un’area politica nazionale di matrice reazionaria con la convergenza di gruppi neofascisti nell’alleanza con la Lega Nord. L’idea stessa della contromanifestazione è un sintomo dell’arretratezza politica ed organizzativa che oggi si vive in una certa area, con una tendenza costante ad inseguire a non essere protagonisti del momento storico e dei suoi processi. Poiché porre oggi la questione dell’organizzazione sarebbe del tutto inutile date le …

Read More »

Corsi di recupero a pagamento: il caso del liceo Fermi di Cosenza

scuola-studenti-classe

Pierpaolo Mosaico Fece molto clamore, nella più grande provincia calabrese, la prassi consolidata all’interno del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Cosenza di far pagare agli studenti i corsi di recupero pomeridiani. Situazione unica nel suo genere: la prima in Italia dove chi rimane indietro rispetto ai propri compagni di classe doveva pagare per raggiungerli. Dopo un anno di proteste da parte dei lavoratori della scuola e degli studenti, è di ieri la notizia della sospensione del Dirigente Scolastico. Simbolo che solo tramite la lotta contro i soprusi si può vincere una battaglia. È importante sottolineare, però, che non per questo …

Read More »

LA GIORNATA DEL RICORDO: UNA MISURA DEL POTERE SOVRASTRUTTRALE CORRENTE

immagine-appello-jugoslavi

* di Lorenzo Soli «In Italia nessuno potrà essere antifascista, perché l’antifascista non può essere italiano.» Roberto Farinacci, segretario PNF (1925-1926) INTRODUZIONE Con il crollo del blocco sovietico alla fine del secolo scorso e l’ampliamento incontrollato dell’egemonia capitalistica nel contesto globale, si è potuto vedere un portentoso incremento della propaganda anticomunista in ogni ramo dell’educazione e della vita pubblica, tesa essenzialmente a consolidare i rapporti di forza e le divisioni di classe esistenti. Essa ha avuto conseguenze notevoli, riuscendo efficacemente in una complessiva operazione di rimodellamento dei valori e della mentalità individuale e collettiva delle diverse società (soprattutto quelle occidentali), …

Read More »

I fatti hanno la testa più dura delle illusioni.

European Commission President Jean Claude Juncker welcomes Greek Prime Minister Alexis Tsipras

di Alessandro Mustillo Quando abbiamo posto alcune critiche alla linea di Syriza e di Tsipras lo abbiamo fatto non certo per velleità di polemica, o volontà di voler vedere trionfare una tesi, come qualcuno accusandoci ha sostenuto. Lo abbiamo fatto al contrario analizzando le proposte di Syriza a partire dalla realtà dei rapporti di classe, dalla lettura delle leggi dell’economia e del sistema politico nel quale siamo inseriti, le reali prospettive di cambiamento possibile, e come esse potessero essere realizzate. Non si trattava quindi di adattare ad una tesi astratta la realtà dei fatti, procedimento che non appartiene ai comunisti, …

Read More »

Disoccupazione o precarietà: l’alternativa per una generazione.

usb presidio

Pochi giorni fa l’ISTAT ha pubblicato i nuovi dati sulla disoccupazione italiana, compresa quella giovanile. Dati interessanti perché per la prima volta da molto tempo la disoccupazione è calata. Nell’ottobre del 2009 il tasso di disoccupazione aveva toccato il 13,2% con quella giovanile al 44%, i dati più alti dal 1977. I dati di dicembre hanno segnato una inversione di tendenza con un calo della disoccupazione dello 0,3% in generale e portando al 42% quella giovanile. Il governo ha subito parlato di dati incoraggianti per la ripresa e di inizio della risalita della nostra economica, su cui anche la Confindustria …

Read More »

Oltre le tifoserie, quali prospettive e scenari per la Grecia?

l43-alexis-tsipras-120612175234_medium

Tsipras ha vinto le elezioni greche con una maggioranza importante, che unita al premio previsto dalla legge elettorale greca assegna 149 seggi al suo partito, due in meno della maggioranza assoluta necessaria per formare un governo. In generale i partiti legati alle esperienze di governo precedenti in Grecia hanno subito un tracollo senza precedenti. Nuova Democrazia, pur rimanendo il secondo partito del paese, e trainato dal duello con Syriza, perde molti punti percentuali. I socialisti del PASOK finiscono come penultimo partito ad entrare nel Parlamento, e stiamo parlando di un partito che fino a pochi anni fa aveva oltre il …

Read More »