Home / Tag Archives: mustillo

Tag Archives: mustillo

Un momento del corteo organizzato dall'Anpi al Colosseo in occasione della Festa della Liberazione. Roma 25 aprile 2014.

Per un nuovo anno all’attacco.

La conclusione del 2015 ha segnato per noi passi importanti nella costruzione dell’organizzazione. Ne cito solamente due: la nascita di Avanguardia, nostro giornale cartaceo, e l’ingresso ufficiale nella Federazione Mondiale della Gioventù Democratica. Si tratta di due traguardi di primissima importanza, che si sono sommati alla crescente capacità di mobilitazione del FGC nelle scuole, testimoniata anche dai risultati delle elezioni studentesche, all’avvio di un più proficuo lavoro tanto nelle università, quanto nei rapporti con sindacati, e nelle lotte dei lavoratori in generale. La nascita di Avanguardia ha dato alla gioventù comunista uno strumento prezioso per far conoscere le nostre analisi, …

Read More »
albertelli 2

Intervento di Mustillo sulla riforma della scuola.

di seguito il testo dell’intervento del Segretario nazionale del FGC, Alessandro Mustillo, all’assemblea studentesca del Liceo Albertelli di Roma. Vi ringrazio per la partecipazione e per l’invito oggi a questa assemblea. Ho visto che come scuola vi siete impegnati molto nell’analisi della riforma e quindi cercherò di non dilungarmi troppo rischiando di annoiarvi con cose già note, lasciando invece spazio alle vostre domande dirette e al dibattito che ne seguirà. Quando si parla di opposizione ad una riforma è d’obbligo fare una premessa. Noi non difendiamo la scuola oggi così com’è. Per noi la scuola di oggi ha un’infinità di …

Read More »
10248587_576139725834837_454210638_o

“Due anni fa una scommessa vinta”. Intervista al segretario del FGC.

 di Emiliano Cervi Il 10 giugno del 2012 nasceva a Roma il Fronte della Gioventù Comunista. In occasione di questo anniversario abbiamo intervistato il segretario nazionale del FGC, Alessandro Mustillo. Un momento utile per un bilancio di due anni di attività, per un’analisi della situazione attuale e degli obiettivi futuri della gioventù comunista.   A due anni dalla nascita del progetto FGC qual è il tuo giudizio generale sull’operato e lo stato dell’organizzazione? Quali sono a tuo parere i punti di forza e dove invece ancora si deve lavorare? Il bilancio è certamente molto positivo per quello che siamo riusciti a …

Read More »
gramsci formazione

Gramsci, l’autonomia del marxismo e la lotta contro la doppia revisione. (part 2)

di Alessandro Mustillo segue alla prima parte  http://www.senzatregua.it/?p=577 La seconda revisione: l’idealismo di ritorno ed il parallelismo con la revisione idealista della figura di Gramsci.  Come sia stato possibile oggi ridurre il pensiero di Gramsci al rango di filosofo idealista è un mistero difficile da spiegare in termini di semplice errore, senza presupporre una dose abbastanza elevata di malizia ideologica e qualche forzatura di troppo. E’ un caso della storia che Gramsci sia diventato a sua volta oggetto di quella stessa revisione che egli critica. Per questo motivo la critica gramsciana della revisione idealista del marxismo, si carica di fortissimi …

Read More »
gramsci formazione

Gramsci, l’autonomia del marxismo e la lotta contro la doppia revisione. (part 1)

di Alessandro Mustillo L’argomento che tratteremo oggi è allo stesso tempo argomento principale e premessa: una sorta di filo conduttore generale senza il quale è impossibile leggere il pensiero di Gramsci, e che allo stesso momento è fondamentale per controbattere ad alcune letture della figura di Gramsci piuttosto diffuse ai giorni nostri. Per far questo ci baseremo sulla lettura del decimo e dell’undicesimo dei quaderni dal carcere. Si tratta di due quaderni scritti tra il 1932 ed il 1933, rielaborando una serie di appunti su argomenti di filosofia, già contenuti nei precedenti quaderni. Una prima sistematizzazione di alcuni argomenti, che …

Read More »
seminari gramsci

Introduzione al pensiero di Gramsci (PARTE 1)

di Alessandro Mustillo* Leggere le opere di Gramsci non è affatto semplice per un giovane comunista che si avvicini per la prima volta al suo pensiero. Non lo è specialmente per i “Quaderni dal carcere” opera estremamente complessa perché non concepita per essere definitiva, ma come forma di appunti, spesso momentanei, da rivedere successivamente. Lo stesso Gramsci lo scrive più volte come promemoria per sé stesso, e forse già consapevole della sua condizione, come avviso per i futuri lettori. «Le note contenute in questo quaderno – scrive – sono state scritte a penna corrente, per segnare un rapido promemoria. Esse …

Read More »