Home / Internazionale / Il presidente oligarca: naturale risultato di Euromaidan
small_news_medium_molot_jpg_1_jpg_1

Il presidente oligarca: naturale risultato di Euromaidan

* Traduzione a cura della redazione di Senza Tregua

Comunicato di Union Borotba (Lotta) sulle “elezioni di sangue” in Ucraina

Le cosiddette elezioni, tenute dalla giunta Kiev il 25 Maggio, non si possono considerare giuste o legittime. Le elezioni tenute nel bel mezzo della guerra civile nella parte orientale del paese e del terrore neonazista nel Sud e Centro, non sono state libere.

Lo stesso corso della campagna elettorale è stato senza precedenti con ogni immaginabile violazione delle norme democratiche. I candidati presidenziali sono stati picchiati e non è stata permessa la campagna. Diversi candidati si sono ritirati per protesta contro la farsa.

A Odessa e in altre regioni, sono stati documentati casi di seggi “sorvegliati” da unità ultra-nazionaliste portati da Kiev e dall’Ucraina occidentale. Ciò non può essere definito altro che come una pressione esplicita sugli elettori.

In Crimea e nelle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, le cosiddette elezioni non si sono svolte. Nelle regioni Odessa e Kharkov, i seggi erano quasi vuoti. Molti di coloro che sono andati a votare hanno annullato il loro voto, scrivendo slogan contro la giunta di Kiev. Tuttavia, la cosiddetta Commissione Elettorale Centrale ha dichiarato una partecipazione del 60%!

Migliaia di persone in diverse città del paese sono scese in strada per protestare contro le “elezioni di sangue”. Tuttavia, i risultati annunciati dalla giunta saranno riconosciuti dell’obbediente Commissione Elettorale Centrale e dagli osservatori Occidentali.

Va notata l’ipocrisia dei cosiddetti campioni delle elezioni giuste. Essi criticano le elezioni viziate nella Federazione Russa e in altri paesi, ma adesso chiudono un occhio alla palese falsificazione e flagrante violazione delle “elezioni” del 25 Maggio. Questo dimostra ancora una volta che il criterio dell’”onestà” per l’opinione pubblica liberal ufficiale non è reale rispetto alle procedure elettorali, ma è leale al regime che tiene le elezioni per l’imperialismo occidentale.

Come previsto, il vincitore dell’”elezione” presidenziale è stato il miliardario Poroshenko. Poroshenko, insieme ad altri miliardari come Igor Kolomoisky e Sergei Taruta, è divenuto la personificazione del trasferimento diretto del potere statale ai grandi capitalisti. Poroshenko è il principale esempio della classe dirigente dell’Ucraina “indipendente” – la parassitaria oligarchia borghese che ha saccheggiato il paese negli ultimi 20 anni.

Il percorso politico di Poroshenko è rivelatore. Alla fine degli anni ’90 era un membro leale dell’allora Presidente Kučma del Partito Social Democratico d’Ucraina (Unito). Poi fu uno dei fondatori del Partito delle Regioni. Poi – un amico e alleato del presidente Viktor Yushchenko. Un leader lobbista per la cosiddetta “integrazione Europea”, Poroshenko è infine diventato uno dei leader e sponsor di Euromaidan.

Non c’è dubbio che Poroshenko continuerà il corso di Turchinov e Yatsenyuk nell’interesse di un sottile strato dell’oligarchia. Poroshenko continuerà la sporca guerra della giunta contro il proprio popolo nel Donbass. Poroshenko continuerà ad attuare le misure antipopolari imposte dal FMI portando il Paese al disastro economico.

Il trasferimento diretto del potere all’oligarchia e il rafforzamento delle tendenze neo-fasciste sono conseguenze dirette di Euromaidan, come Unione Borotba aveva avvertito lo scorso autunno. Solo le persone politicamente molto ingenue potevano aspettarsi un risultato diverso da un movimento guidato da neoliberisti e ultra-nazionalisti, e sponsorizzato dai più grandi capitalisti.

I risultati hanno mostrato una sconfitta devastante per i nazionalisti radicali – e Tyagnybok [leader di Svoboda] e Yarosh [leader di Settore Destro], che insieme hanno raggiunto solo il 2 %. Il terrore contro il popolo, contro la sinistra e le forze democratiche e lo spiegamento di unità combattenti nazionaliste, non hanno promosso la crescita della popolarità delle forze fasciste. Tuttavia, nonostante il loro scarso sostegno pubblico, l’estrema destra rimarrà un elemento importante del sistema politico della dittatura Kiev. Il loro ruolo è la violenta repressione degli oppositori del regime oligarchico. Questo è il ruolo tipico dei movimenti fascisti.

Noi non riconosciamo l’esito di queste pseudo-elezioni ignorate dalla maggioranza. Noi continueremo la campagna di disobbedienza civile contro la giunta di oligarchi e nazionalisti.

Fonte: http://borotba.org/president_oligarch_–_the_natural_result_of_euromaidan.html

Commenti Facebook

About Redazione Senza Tregua

Giornale ufficiale del Fronte della Gioventù Comunista

Check Also

art-kne-univanome

Grecia, comunisti al 20% nelle università, Syriza sotto l’1%

Lo scorso 24 maggio si sono tenute in Grecia le elezioni universitarie per il rinnovo …