Home / Idee e lotta (page 4)

Idee e lotta

Risposta al corriere della sera sulla revisione storica nei confronti di Gramsci

gramsi

Pochi giorni fa la nota testata giornalistica nazionale «Il Corriere della sera» pubblica un articolo dal titolo «Gramsci in cella e in clinica. I paradossi di una prigionia» di Franco Lo Piparo, professore di filosofia all’Università di Palermo, ben conosciuto per le sue dichiarazioni falsificatorie e revisioniste nei confronti del fondatore del Partito Comunista d’Italia. Interessante a riguardo è la pubblicazione del suo libro «I due carceri di Gramsci», in cui emerge una figura del tutto stravolta dello stesso, che con grande fantasia presenta un Gramsci convertito al liberismo durante gli anni di prigionia. Fonte di tutto ciò sarebbe un …

Read More »

Cooperazione internazionale e Filantrocapitalismo:il caso più eclatante (II parte)

Bill_Gates_vaccine

*di Marco Mercuri (I parte) Già Oscar Wilde nel suo “L’anima dell’uomo sotto al socialismo” aveva colto ed evidenziato il paradosso di un sistema, quello capitalista, che genera sia delle feroci diseguaglianze che la filantropia, falsamente determinata a risolverle. “I migliori tra i poveri – scrisse Wilde – non sono mai riconoscenti [ai benefattori n.d.r.]. Sono scontenti, ingrati, disobbedienti e ribelli, e hanno ragione di esserlo. […] Perché dovrebbero essere grati delle briciole che cadono dalla mensa del ricco? Dovrebbero esser seduti intorno al tavolo con gli altri commensali condividendo la festa!”. Utilizzando l’immagine dei super-ricchi in abbuffata e delle …

Read More »

Cooperazione internazionale e Filantrocapitalismo: Il tocco “soft” dell’imperialismo (I parte)

70914712-531b-41ef-b095-1f5e386c133a_xl

*di Marco Mercuri Per comprendere il ruolo crescente della filantropia privata nella cooperazione internazionale allo sviluppo è indiscutibilmente necessario prendere coscienza di cosa sia questa branca presuntivamente umanitaria delle relazioni internazionali. Il cambio di governance globale in atto nel mondo dell’international development aid ci ricorda quei processi di “aziendalizzazione” che hanno investito in pratica ogni ramo delle politiche pubbliche negli ultimi decenni. Nel processo di ridefinizione e ridimensionamento delle funzioni statali, non poteva restare immutata la delega che il capitale accordava un tempo agli Stati-Nazione in materia di politiche imperialiste, anche le più soft. Oggi, nell’epoca di massima concentrazione monopolistica, …

Read More »

Bruno Attinà – Compagno, dottore e sindaco della comunità di Motta S.G.

Bruno_Attina_Lazzaro_02

*di Riccardo Polimeni Siamo negli anni ‘70 del 900, le condizioni dei lavoratori italiani nelle gallerie e nelle miniere in costruzione in tutto il paese erano molto critiche ed erano largamente richiesti da parte delle aziende nazionali e straniere, in particolare, gli specializzati minatori di Motta San Giovanni, comune in provincia di Reggio Calabria. Direttamente proporzionali erano però i casi di decessi dovuti alla mancanza di misure di protezione e prevenzione per gli operai, i quali potevano munirsi di caschetto, quando e se i loro risparmi lo permettevano. Nonostante, nel corso dei decenni, diverse ipotesi, che vedevano nelle sostanze inalate …

Read More »

Il lascito di Margot Honecker alle nuove generazioni di comunisti

hoeneck

* di Paolo Spena È giunta ieri sera la notizia della morte a Santiago del Cile di Margot Honecker, moglie di Erich Honecker, leader della Repubblica Democratica Tedesca dal 1971 al 1989. Soprannominata “il drago viola” per via del colore con cui si tingeva i capelli (“la strega viola” era invece la versione occidentale), ebbe un ruolo di primo piano nella costruzione della società socialista in Germania, diventando Ministro dell’Educazione (a scanso di equivoci, diversi anni prima che il marito venisse eletto segretario generale del Partito Socialista Unificato Tedesco). Non fu mai una “first lady” per come potremmo intendere questo …

Read More »

Le donne e la Resistenza.

13101529_466199300239971_1392656502_n

*di Federica Savino resp.Commissione Donne del FGC Per moltissimo tempo si è taciuto sul ruolo delle donne durante gli anni del fascismo e della guerra, sul loro contributo alla guerra di Liberazione. Eppure per quanto la Resistenza potesse essere rappresentata dal coraggio degli uomini, non sarebbe stata possibile senza l’impegno e la funzione delle donne, anche se magari meno appariscente e decantata. Un ruolo che per la prima volta nella storia ha avuto un carattere collettivo che prendeva tutti gli strati della popolazione; si certo, magari qualche donna ha avuto un ruolo importante anche durante il Risorgimento italiano ma era …

Read More »

Un passato da onorare, un futuro da conquistare

13090246_1183270335024767_99845341_n

*di Alessandro Fiorucci Ormai più di settant’anni sono passati da quel 25 Aprile del ’45. E con lo scorrere del tempo quella storia è stata vilipesa, deformata o riposta in soffitta. Questa è la nostra storia, e non è per pura retorica o per culto della memoria che ci sentiamo in dovere di parlarne. Anzitutto quella storia è stata stravolta da un lato dipingendola come solo “moto spontaneo” e dall’altro come lotta di un’élite di irreprensibili militanti. Svuotando di significato l’intima connessione tra partiti e masse lavoratrici si nega di fatto l’apporto decisivo di queste ultime. I due elementi procedettero …

Read More »

L’idiozia della brigata ebraica il 25 aprile

mWWfT5a9cZdfgfZGKL9w5TCPXNrYNAndj9TnOL5KDts2KWy3y95z83ej41rKMjKjb

Come ogni anno, in vista del 25 aprile si prospetta l’ennesima polemica sollevata da alcuni circoli filo-israeliani che da anni tentano di partecipare alle manifestazioni del 25 aprile portando in piazza le bandiere della Brigata ebraica, accompagnate con chiaro intento provocatorio da bandiere di Israele. Anche a causa dell’ambiguità di un’organizzazione come l’ANPI, che troppo spesso ha scelto di stendere il tappeto a queste persone e sbarrare la strada a presunti “estremisti” che ne contestavano la presenza, oggi esiste una grande confusione su questo tema. Ma cos’è stata realmente la Brigata ebraica? È giusto scrivere, come si affermava in un …

Read More »

Il referendum come “scorciatoia” e la rassegnazione che porta alla sconfitta

Roma, Virginia Raggi vota per il referendum sulle trivelle

Come spesso avviene in questi casi, il mancato raggiungimento del quorum al referendum sulle trivelle ha innescato nel popolo “di sinistra”, e più in generale nelle fila dei sostenitori del “SI”, un sentimento di delusione mista a rabbia nei confronti di chi non ha votato. Uno ad uno, magari citando il Gramsci di “odio gli indifferenti”, vengono riproposti tutti i luoghi comuni sul “popolino”, sugli italiani che se ne fregano e poi si lamentano, cioè i tipici discorsi che tutti abbiamo sentito al bar o al mercato e che tuttavia dovrebbero spingerci a riflettere sull’origine di questa percezione diffusa, che …

Read More »

Euro, Europa e lotta di classe

Brexit-Global-Economic-Dynamics

* di Daniele Bergamini “In regime capitalistico, gli Stati Uniti d’Europa equivalgono ad un accordo per la spartizione delle colonie. Ma in regime capitalistico non è possibile altra base, altro principio di spartizione che la forza. Il miliardario non può dividere con altri il “reddito nazionale” di un paese capitalista se non secondo una determinata proporzione: “secondo il capitale” (e con un supplemento, affinché il grande capitale riceva più di quel che gli spetta). Il capitalismo è la proprietà privata dei mezzi di produzione e l’anarchia della produzione. Predicare una “giusta” divisione del reddito su tale base è proudhonismo, ignoranza …

Read More »