Home / Internazionale (page 2)

Internazionale

Cosa sta succedendo in Myanmar

Alcune settimane fa il governo presieduto dalla Consigliera di Stato Aung San Suu Kyi e dal presidente Win Myint è stato rovesciato da un colpo di stato militare. La nuova giunta appena insediatasi ha disposto gli arresti dei parlamentari birmani e ha promesso nuove elezioni entro un anno. Il golpe è stato sostenuto dal vicepresidente Myint Swe, attualmente presidente ad interim, e ha permesso al generale Min Aung Hlaing di ricoprire la carica di consigliere di stato. I membri dell’esecutivo golpista hanno motivato la loro azione con la natura fraudolenta delle elezioni del 2020 in cui la Lega Nazionale per …

Read More »

Francia ancora in lotta. Lavoratori e studenti in piazza

cgt

di Giorgio Pica Due giorni fa, il 4 febbraio, la Francia si è fermata in occasione dello sciopero intercategoriale lanciato dalla Confederazione Generale del Lavoro (CGT), principale sindacato francese, insieme ad altre organizzazioni legate prevalentemente al mondo dell’istruzione. Sono quasi 200 le azioni registrate su tutto il territorio nazionale, tra picchetti, presidi e soprattutto molteplici mobilitazioni nelle principali città del paese. Le presenze più significative si sono registrate a Parigi e Marsiglia con cortei di oltre 20mila persone in entrambe le città, ma anche a Lione con oltre 3mila persone presenti. Lo sciopero è stato chiamato in risposta alle misure …

Read More »

In carcere il rapper militante Pablo Hasél. «Nulla di cui pentirmi»

pablo-hasel-st-cop

Il rapper catalano Pablo Rivadulla Duro, in arte Pablo Hasél, è stato recentemente condannato ad una pena di 9 mesi ed 1 giorno per “apologia di terrorismo, ingiurie alla Corona ed ingiurie allo Stato”. Il processo si pone in continuità con quello a cui Hasél era già stato sottoposto nel 2015, quando era stato condannato a 2 anni per reati simili: ad essere incriminati sono i testi delle sue canzoni ed alcuni suoi tweet. Il rapper, un esempio di musica militante, ha sempre usato la sua musica ed i suoi testi come strumento per criticare fortemente lo Stato spagnolo ed …

Read More »

Sul contesto politico-militare internazionale del mondo moderno

vagenas-kke-st

Traduzione di un articolo di Elisseos Vagenas, membro del Comitato Centrale del KKE e responsabile della sezione internazionale del CC. Pubblicato sulla Kommunistiki Epitheorisi, rivista teorica del KKE, numero 6/2020, ottobre-dicembre. — Le “vie di pace e prosperità” promesse ai popoli da tutti i tipi di oppositori del socialismo dopo il suo rovesciamento nell’Unione Sovietica e in altri paesi dell’Europa orientale non sono mai diventate realtà. Tre decenni dopo, nonostante l’ulteriore sviluppo tecnologico, il “nostro mondo contemporaneo” è diventato ancora più spietato e disumano per i lavoratori. Le conquiste storiche della classe operaia sono state eliminate, mentre le successive crisi …

Read More »

India, sospese le leggi agrarie. I comunisti: «lotta prosegue fino all’abrogazione»

indiani

Nuovi sviluppi in India, paese che da mesi vede una massiccia mobilitazione contadina ed operaia contro le leggi anti-contadine promosse dal governo. Il 12 gennaio, dopo quasi due mesi di scioperi, la Corte Suprema dell’India ha deciso di fermare temporaneamente l’implementazione delle 3 leggi agrarie che sono al centro della protesta. All’apparenza sembrerebbe un primo cedimento da parte delle istituzioni, dopo mesi di inflessibilità mostrata dal governo indiano, ma è ben lontano dall’essere una vittoria. Le organizzazioni di massa dei contadini, i sindacati dei lavoratori e i comunisti hanno da subito messo in guardia sulle reali intenzioni del governo:  “L’intervento della Corte Suprema è legato …

Read More »

Palestinesi, e non solo. Continua la vergogna dei prigionieri politici in Israele

La vicenda del cittadino israeliano Sami Hureini ha riportato nelle cronache italiane la situazione dei prigionieri politici in Israele. Nel caso citato non si tratta appunto di un palestinese, ma di un giovane israeliano, studente e pastore di 23 anni, colpevole di essere esponente di un’organizzazione che si oppone alla colonizzazione ebraica. Il gruppo Youth of Sumud riunisce i giovani dei villaggi a sud della città di Hebron/Al Khalil, e tra le sue azioni principali rientra la creazione del “Campo della Libertà” nel sito del villaggio di Sarura, da cui i residenti sono stati allontanati nel 1999 e che oggi …

Read More »

Il canto del cigno di Trump: Cuba in lista nera e relazioni con Taiwan

trump-e-pompeo

Una serie di grandi annunci arrivano da Myke Pompeo, Segretario di Stato degli USA dell’amministrazione Trump, su temi di rilevanza internazionale. L’obiettivo dell’establishment trumpiano sembrerebbe quello di ingabbiare la nuova amministrazione in una serie di paletti diplomatici, coerenti con la politica estera dell’amministrazione Trump, ottenuti con misure provocatorie a pochi giorni dalla fine del mandato. La prima è stata l’eliminazione del divieto sulle relazioni ufficiali tra funzionari diplomatici USA e di Taiwan. In pratica, un passo indietro sul principio dell’“unica Cina”, cioè quel principio fortemente affermato negli anni dalla diplomazia cinese e riconosciuto dagli USA nel 1978, per cui lo …

Read More »

Berlino, in tremila in corteo per Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht

erxhxvjw4aeye4o

Più di tremila comunisti e antifascisti sono scesi in corteo oggi a Berlino per commemorare Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht. Il corteo è stato attaccato dalla polizia, che ha poi “giustificato” la propria condotta parlando di presenza illegittima di bandiere della FDJ (“Freie Deutsche Jugend”), l’organizzazione giovanile di massa della Repubblica Democratica Tedesca. «È assurdo, prima hanno generato assembramenti scagliandosi contro i manifestanti, e poi hanno detto agli altoparlanti di mantenere il distanziamento», si legge su Twitter. Il Partito Comunista Tedesco (DKP), presente in piazza, ha condannato la repressione ed espresso solidarietà ai manifestanti.  

Read More »

Vogliamo davvero accontentarci di ripetere l’ovvio?

usa

di Paolo Spena Rischiamo davvero di restare indietro, cari compagni. Gli avvenimenti negli USA ce lo stanno dimostrando. O meglio, lo dimostra l’incapacità dell’intera sinistra radicale e gran parte dei comunisti in Italia di commentare i fatti di Washington dicendo qualcosa, qualsiasi cosa che non sia la banale certificazione dell’ovvio. Vista dall’esterno, l’impressione che diamo collettivamente è quella di chi, dopo anni passati a ripetere che gli USA sono una cosa molto diversa dalla favola del sogno americano, oggi scopre che anche il resto del mondo se ne sta accorgendo. Dinanzi a questa strabiliante scoperta, il grosso di noi non …

Read More »

Los Angeles, “le ambulanze selezionino i pazienti”

ambulanza-los-angeles

«Non portate in ospedale chi è troppo grave, selezionate i pazienti». Succede a Los Angeles, negli USA, dove le ambulanze hanno ricevuto questa indicazione. Chi viene giudicato con scarse possibilità di sopravvivenza viene lasciato a casa; nei reparti di emergenza l’ossigeno inizia a essere razionato. Gli ospedali della California sono al collasso e non riescono a far fronte all’impennata dei contagi, che rischiano di superare la quota dei 1000 nuovi positivi al giorno. Nella sola contea di Los Angeles sono ricoverate 7900 persone, il 21% in terapia intensiva. Ieri ci sono stati 224 morti. Nel mese di aprile si era …

Read More »