Home / Idee e lotta (page 5)

Idee e lotta

La storia del giovane Ho Chi Minh: un rivoluzionario di professione

ho-chi-minh-2

Ricorrono oggi i 130 anni della nascita di Ho Chi Minh. Una figura perlopiù sconosciuta ai giovani, visto che ormai della guerra del Vietnam a scuola non si parla più. Ma decenni fa, per i giovani che animarono i grandi movimenti contro la guerra, il leader del Vietnam era una figura leggendaria al pari di Che Guevara, l’uomo che aveva guidato la lotta per l’indipendenza del popolo vietnamita, contro i colonialisti francesi contro i giapponesi e contro l’aggressione americana. Poco noto è un altro aspetto della vita di Ho Chi Minh, preso in considerazione molto più raramente ma altrettanto interessante, …

Read More »

Le Consulte degli studenti per il 75esimo anniversario della Liberazione

resietsnza

È da poco passato il 25 aprile e, nonostante le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, molti giovani hanno scelto di ricordare, nei modi consentiti, gli ideali della Lotta partigiana che 75 anni fa sconfisse il nazifascismo. In occasione dell’anniversario della Liberazione, si sono espresse diverse Consulte provinciali degli studenti in tutta Italia. Presidenti, vicepresidenti o anche rappresentanti di scuole, in larga maggioranza militanti del Fronte della Gioventù Comunista, hanno promosso comunicati e video-messaggi inerenti al 25 aprile facendosi promotori degli ideali della lotta partigiana tra gli studenti delle proprie città. «Con il nostro comunicato vogliamo ribadire la grande attualità dell’impegno di …

Read More »

Prospettive e direzioni. Gramsci e la cultura

gramsci

di Francesco Raveggi La formazione politica di un giovane comunista non è mai cosa semplice. Chiunque di noi che si sia interessato ad andare oltre una prima – ovviamente sempre apprezzabile, ma sempre migliorabile – conoscenza del socialismo, specialmente ad una giovane età, sa bene che ci sono autori più facili di altri, sia per lo stile di scrittura che per l’argomento trattato. Esistono, ovviamente, delle scuole di formazione adibite proprio a fornire un’adeguata preparazione. Quello che qui ci interessa è, però, il tassello della crescita singola, la lettura individuale dei testi – che deve naturalmente avere alle spalle un …

Read More »

Studio, prigionia e bande partigiane. Storia di Severino Spaccatrosi, un comunista dei Castelli Romani

partigiani-img017

di Emiliano Tessitore e Luca Pia Severino Spaccatrosi è stato un militante comunista nonché tra i principali punti di riferimento per la resistenza antifascista nella zona dei Castelli Romani. Entra nel Partito Comunista d’Italia ad Albano Laziale nel pieno della promulgazione delle leggi fascistissime, motivato proprio dalla voglia di combattere il regime, che in quegli anni continuava ad affermare la propria vocazione repressiva e nemica delle classi popolari. Sin da subito, divulgando le proprie idee tra gli elementi della classe operaia, si rende conto della necessità e dell’importanza di una formazione politica e culturale ai fini della costruzione di un’organizzazione …

Read More »

La Resistenza operaia nelle fabbriche

1943-sciopero-per-pace-e-pane

di Jacopo Pascale I primi atti importanti di Resistenza nelle grandi fabbriche del Nord avvengono ancor prima della firma dell’armistizio dell’8 Settembre 1943. A Torino il 5 Marzo gli scioperi iniziarono tra gli operai di Mirafiori e alla Fiat Grandi Motori, fino ad estendersi all’intera Fiat ed ad altre aziende torinesi, arrivando a coinvolgere 100mila operai, dei quali 50mila solo alla Fiat. A Milano gli scioperi iniziarono il 23 Marzo e durarono per cinque giorni, scioperarono gli operai della Ercole Marelli, della Borletti e della Pirelli. Determinante fu il contributo degli operai iscritti al Partito Comunista, i quali anche se …

Read More »

Per una preparazione ideologica di massa

antonio-gramsci

di Antonio Gramsci* Da quale bisogno specifico della classe operaia e del suo partito, il Partito comunista, è sorta l’iniziativa della scuola per corrispondenza, che finalmente comincia ad attuarsi, con la pubblicazione della presente dispensa? Da quasi cinque anni il movimento operaio rivoluzionario italiano è piombato in una situazione di illegalità o di semilegalità. La libertà di stampa, il diritto di riunione, di associazione, di propaganda sono praticamente soppressi. La formazione dei quadri dirigenti del proletariato non può quindi più avvenire per le vie e coi metodi che erano tradizionali in Italia fino al 1921. Gli elementi operai più attivi …

Read More »

Porta San Paolo e l’inizio della Resistenza

Combattimenti a Porta San Paolo

di Ivan Bellucci e Daniele Agostini Il contesto del 25 aprile di quest’anno Il 25 Aprile di quest’anno ricorre il 75° anniversario della Liberazione del popolo italiano dalle forze d’occupazione nazi-fasciste. Un anniversario che purtroppo si è svolto a casa a differenza degli altri anni, ma in cui in ogni caso non sono mancate le polemiche da parte di qualche esponente della destra, che ha cercato di sfruttare il clima creato dalla pandemia globale per provare a contendere al governo la propaganda dell’unità nazionale per gli interessi dei capitalisti. Secondo il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti, che non ha …

Read More »

Felice Cascione, storia di un partigiano e della sua canzone

felice-cascione-249295-660x368

“Perché essere l’avvenire e poter rischiarare la strada come nella tenebra il raggio di sole non è sacrificio” F. Cascione La storia ha distorto la memoria di Felice Cascione: il giovane comunista, medico, comandante di brigata garibaldina e autore di “Fischia il vento” viene ricordato (per lo più a livello locale) banalmente come eroe nazionale, come esempio del senso civico e dell’amore incondizionato per l’umanità, spesso concentrandosi sulla sua fede religiosa. Questi elementi, seppur veri, importanti e presenti (d’altronde “Un vero rivoluzionario è guidato da un grande sentimento d’amore: amore per l’umanità, amore per la giustizia e per la verità”), …

Read More »

I gappisti bolognesi nella Resistenza

partigiano20111

di Lorenzo Soli Che cosa voleva dire essere un partigiano nella guerra di Liberazione? E in particolare un membro dei Gap, la cui fama per un anno e mezzo terrorizzò le armate nazi-fasciste e divenne sinonimo di “giustizieri del popolo”? Fra le tante formazioni partigiane, di montagna, di città e di pianura, che maggiormente hanno solleticato l’immaginario collettivo sulla Resistenza, i Gruppi di Azione Patriottica, formatisi insieme alle Brigate Garibaldi a seguito dell’8 settembre 1943 per iniziativa del Partito comunista, certamente ricoprono una posizione di primo piano. I gappisti sono coloro che portarono a termine l’azione di via Rasella; coloro …

Read More »

I Giorni di fuoco della Resistenza

foto-17-023-il-comando-partigiani-formazione-matteotti-scendono-ad-alba

di Gabriele Giacomelli e Giacomo Venturato In questo 25 aprile senza la possibilità di scendere in piazza collettivamente, il primo dalla Liberazione, siamo costretti a trovare dei modi alternativi di vivere questa giornata. La lettura di libri a tema resistenziale è uno strumento insostituibile per apprezzarne lo spirito, per indagare più a fondo quegli eventi, per scoprire con il mordente della narrazione gli ideali ancora attuali che mossero centinaia di migliaia di giovani ad impugnare le armi per farla finita con il fascismo e con il grande capitale che lo ha voluto al potere. Vi proponiamo una recensione del libro …

Read More »