Home / Politica e società (page 2)

Politica e società

Quanto pesa la disparità di genere per le donne lavoratrici

di Francesca Antonini Attualmente in Italia le donne rappresentano il 42,1% degli occupati complessivi del paese e il tasso di attività femminile è del 56,2% (contro il 75,1% degli uomini). I dati Istat relativi all’ultimo periodo del 2020 segnano un’ulteriore tendenza in calo: il 98% di chi ha perso lavoro è rappresentato da donne, su una perdita totale di 101.000 unità lavorative. In tempi di crisi, licenziare una donna è più facile che licenziare un uomo: le donne infatti sono maggiormente impiegate con contratti a termine, part-time o irregolari rispetto agli uomini per ostacoli di molteplice natura che vengono posti …

Read More »

La questione comunista oggi, 30 anni dopo Rifondazione

di Paolo Spena (segreteria nazionale FGC) La tesi principale di questo articolo, scritto a pochi giorni dalla ricorrenza dei 30 anni dalla nascita del Movimento per la Rifondazione Comunista, è che i limiti che hanno caratterizzato quell’esperienza hanno continuato nel tempo a viziare i tentativi di tenere aperta un’ipotesi comunista in Italia, e soprattutto continuano a farlo ancora oggi. L’assenza di una vera rottura con l’opportunismo, che non è una attitudine umana ma una precisa concezione politica, ideologica e organizzativa, ha impedito il bilancio critico che sarebbe davvero necessario per avanzare. È al contempo una critica e un’autocritica e contiene …

Read More »

Sì, la repressione fa parte della nostra quotidianità

italpizza-scontri

“Al mattino mi sveglio ancora convinta di essere a casa, poi non appena lo sguardo mette a fuoco qualche dettaglio, realizzo di trovarmi qui e devo dire che la sensazione mi fa svegliare repentinamente. Le giornate sono scandite da una serie di eventi che si ripetono sempre uguali a se stessi: vitto (colazione), aria/doccia, vitto (pranzo), aria/doccia, vitto (cena). Mi sveglio però molto prima dell’arrivo del vitto, fuori è ancora buio, ma in sezione iniziano a pulire le lavoranti, si sente odore di caffè, le agenti parlano ad alta voce” Cosa pensiamo in Italia se sentiamo parlare di lotte, carcere, …

Read More »

No, l’aborto non c’entra nulla con il calo demografico

pillola-abortiva

di Francesca Antonini La giunta regionale delle Marche si scaglia contro il diritto all’aborto esprimendosi a maggioranza contro la possibilità di somministrare la pillola Ru486 in day hospital e nei consultori della regione. L’argomentazione fornita dal capogruppo di Fratelli d’Italia a supporto di questa scelta ha dell’inverosimile: si paventa il rischio di una presunta “sostituzione etnica” qualora la pillola abortiva venisse concessa liberamente. Come se la pillola rappresentasse una minaccia per la natalità del paese. Senza entrare nel merito della sterile propaganda xenofoba e razzista che i settori reazionari della politica italiana utilizzano come se fosse la panacea per tutti …

Read More »

Fabbriche di morte in Italia. Vogliamo il pane, ma anche la pace

domusnovas

di Giacomo Canetta È notizia di questi giorni la revoca, da parte del governo italiano, delle licenze per l’export di bombe verso Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti (EAU). In particolare questa revoca ha colpito una azienda, la RWM (parte del gruppo tedesco Rheinmetall) che possiede uno stabilimento produttivo a Domusnovas, nel sud della Sardegna. La RWM aveva una serie di licenze che, rilasciate tra il 2016 e il 2018, le permettevano di produrre bombe ed esportarle verso Arabia Saudita ed EAU, appunto. Tali concessioni erano state oggetto di forte polemica negli ultimi due anni, visto l’utilizzo che veniva fatto …

Read More »

La lotta contro la disparità di genere è parte della lotta di classe

di Francesca Antonini I dati ISTAT relativi all’occupazione del mese di dicembre 2020 descrivono uno scenario estremamente allarmante. L’occupazione rispetto al mese precedente scende di 101.000 unità, di cui 99.000 sono donne e appena 2000 uomini. A queste stime devono essere idealmente aggiunte le migliaia di posti di lavoro a nero e con contratti irregolari persi, che possono essere facilmente individuati dall’aumento del numero di inattivi (+42.000 unità) tra le donne nelle fasce d’età 15-24 e 35-49, mentre diminuisce tra gli uomini. Il dato è agghiacciante: il 98% di chi ha perso il lavoro è composto da donne. Ma non …

Read More »

Mario Draghi, una garanzia per i padroni italiani

draghi-st

*di Ivan Boine Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella riceverà oggi al Quirinale Mario Draghi, per conferirgli l’incarico di formare un nuovo governo. Il Presidente della Camera, Roberto Fico, a cui Mattarella aveva dato un mandato esplorativo, ha infatti rimesso ieri tale mandato affermando che un nuovo governo PD-M5S-LeU-IV sarebbe stato infattibile. E allora arriva Draghi, che Mattarella ci dipinge come l’ultima spiaggia, come l’unica figura in grado di traghettare il paese in questa situazione di emergenza sanitaria e crisi economica. Non possiamo che dargli ragione: l’ex capo della BCE è l’unica figura che può unire le diverse voci dei …

Read More »

“Sanpa”, altro che luci e tenebre

di Francesca Antonini Sanpa, la docu-serie in 5 puntate realizzata da Netflix, a poche settimane dalla sua uscita continua a catalizzare le attenzioni del dibattito pubblico. La miniserie ripercorre, attraverso il racconto di alcuni ex-ospiti di San Patrignano e materiale tratto da diversi archivi, la storia della comunità di recupero per tossicodipendenti più grande d’Europa, riportandoci indietro di 40 anni, ad un’Italia differente e tormentata da un grande periodo di cambiamento sociale e politico. Centro gravitazionale attorno a cui ruota l’evolversi e il declino di San Patrignano è l’indiscusso protagonista Vincenzo Muccioli, fondatore della comunità nel 1978 in provincia di …

Read More »

Non c’è posto per i lavoratori nella “normalità” che chiedono le imprese

io-apro-foto

di Giovanni Ragusa Qualche settimana fa abbiamo assistito a un nuovo atto di protesta portato avanti dalla categoria dei ristoratori e dei baristi contro le chiusure stabilite dal governo Conte. Il divieto di asporto dopo le 18, entrato in vigore il 15 gennaio, ha scatenato la protesta caratterizzata dallo slogan “Io Apro” dei ristoratori che, appunto, hanno deciso di tenere aperte le proprie attività. La protesta, partita dalla Sardegna, si è estesa principalmente a Toscana, Marche, Emilia-Romagna e Lombardia, ma non sono mancati appoggi anche in altre parti d’Italia come testimoniano le diverse multe rilasciate dalle forze dell’ordine. Complessivamente però, …

Read More »

Studenti e lavoratori in sciopero. Cortei e proteste in tutta Italia

9

Una giornata di mobilitazione non ancora conclusa, che vede marciare assieme lo sciopero generale indetto dai sindacati di base SI Cobas e SLAI Cobas, aderenti all’Assemblea dei Lavoratori Combattivi, e la mobilitazione nazionale degli studenti. Le rivendicazioni dello sciopero generale per i lavoratori sono: lavorare in condizioni di reale sicurezza attraverso nuovi protocolli anti Covid-19 sui posti di lavoro, rinnovo dei CCNL scaduti, no ai licenziamenti, riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, salario garantito per i disoccupati, abrogazione dei decreti sicurezza, permessi di soggiorno senza ricatti per i lavoratori immigrati, contro discriminazione di genere, nuovo piano di edilizia …

Read More »